menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cittadini in coda intorno alle 9 del mattino.

Cittadini in coda intorno alle 9 del mattino.

Concerto di Ezio Bosso, 200 ingressi per la Cgil. Chiarezza sui numeri

L’evento, gratuito, è stato organizzato dal Teatro Pubblico Pugliese e dalla Regione Puglia. Il Teatro Apollo, che ospita fino al 22 le "Giornate del lavoro", può accogliere 700 spettatori. I conti non tornano

LECCE – In centinaia si sono messi in coda ben prima delle 10, orario stabilito per il ritiro dei biglietti per il concerto di Ezio Bosso con i solisti della Europe Philharmonic Orchestra e i giovani dell’Orchestra Filarmonica di Benevento con musiche di Mendelssohn, Schubert e Beethoven, ma non tutti ce l’hanno fatta a guadagnarsi l’’ambito e gratuito titolo di accesso. E già in tarda mattinata la polemica correva frizzante sui social. Vediamo di fare chiarezza dopo aver interpellato tutte la parti in causa.

Il teatro da mesi è stato concesso dal Comune di Lecce alla Cgil per “Le giornate del lavoro”, di cui è la sede dei principali incontri (dal 20 al 22 settembre). È dunque al sindacato che il Teatro Pubblico Pugliese – per conto dell’Assessorato all’Industria Turistica e Culturale - si è rivolto per poter organizzare il concerto. La Cigl, condividendo lo spirito dell’iniziativa, ha concesso il teatro e ha ricevuto 200 tagliandi. Questi ingressi vanno inevitabilmente a sottrarsi ai circa 700 di capienza insieme ai circa 50 posti riservati allo stesso Bosso e ai suoi artisti, (secondo una pratica consolidata e comprensibile).

Sollecitato da Lecceprima, il sindacato ha risposto a stretto giro di posta: “La Cgil ha chiesto l'uso del teatro Apollo per le giornate del lavoro dal 19 al 23 settembre, in modo da allestire e liberare la location il 19 ed il 23. Quando la Regione ha prospettato la possibilità di ospitare proprio all'Apollo il concerto del maestro bosso, la Cgil non ha esitato a spostare le operazioni di allestimento nella notte tra il 19 ed il 20 settembre, proprio per non privare la cittadinanza di tale opportunità. La Regione ha poi messo a disposizione della Cgil un certo quantitativo di biglietti, in segno di ospitalità e per garbo istituzionale, vista la presenza di circa mille delegati provenienti da tutta Italia. La Cgil ha poi distribuito i biglietti anche tra delegati, lavoratori e pensionati iscritti al sindacato”.

A conti fatti, dunque, dovrebbero essere 450 circa i tagliandi messi in distribuzione questa mattina (ciascun richiedente poteva ritirarne anche un secondo, ma non di più) anche se, secondo quanto riferito da chi è rimasto inutilmente in attesa fino alla chiusura, in realtà non sarebbero stati più di 250. E i conti, così non tornano.

Il Teatro Pubblico Pugliese ha da parte sua assicurato che non sono stati concessi accrediti stampa, né a Lecce né a Foggia, nonostante le richieste non mancassero, mentre dall’assessorato guidato da Loredana Capone garantiscono l’esclusione di qualsiasi accesso di favore di tipo politico e istituzionale.

Il concerto, va sottolineato, è a ingresso gratuito, così come liberamente accessibili sono state le prove – narrate, perché Bosso ha interagito spesso con il pubblico – effettuate nei giorni scorsi e ancora stamattina nel capoluogo salentino. E in tanti hanno colto questa possibilità. La settimana precedente a Foggia, dove venerdì si è tenuto il primo concerto, si era registrato identico entusiasmo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento