Emergenza sanitaria, i tre cavalieri del Salento al Quirinale per la cerimonia

Hanno ricevuto la meritata onorificenza della Repubblica italiana Irene Coppola, la sarta di Gallipoli, Ettore Cannabona, di Miggiano, maresciallo in servizio in Sicilia, ed Arianna Gabrieli, ricercatrice di Galatina

Irene Coppola col Capo dello Stato (foto Ansa),

ROMA- Irene Coppola, Ettore Cannabona ed Arianna Gabrieli sono stati tra i 57 protagonisti che nella giornata di oggi hanno ricevuto nel palazzo del Quirinale l’onorificenza di Cavaliere dell’ordine al merito della Repubblica italiana: il 3 giugno scorso furono indicati “motu proprio” dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella per il riconoscimento di essersi distinti nel servizio alla comunità durante l’emergenza coronavirus, rappresentando l’impegno corale di tanti cittadini nel nome della solidarietà e dei valori costituzionali.

La cerimonia, trasmessa sul canale televisivo della Rai, è stata aperta dalla proiezione di un filmato realizzato da Rai cultura e dall’intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “Le onorificenze che sono state date in occasione della Festa del 2 giugno non devono esaurirsi in un giorno, ma devono permanere senza rimuovere quanto avvenuto e quanto si sono generosamente impegnate queste persone” dice in apertura il Presidente.

mar cannabona-2-2-2E tra il gruppo di cittadini provenienti da diverse realtà, dagli ospedali, alla ricerca nei laboratori, dalle forze dell’ordine ai trasporti, dal volontariato alla disabilità, i tre Salentini: Irene Coppola, sarta di Gallipoli che confezionò mascherine anche trasparenti per i sordi, Ettore Cannabona di Miggiano, maresciallo in servizio in Sicilia che donò il proprio stipendio alle famiglie bisognose, ed Arianna Gabrieli, ricercatrice di Galatina, che nell’ospedale Sacco di Milano ha isolato il ceppo italiano di Covid-19. Cittadini leccesi e italiani che si sono distinti per senso di responsabilità facendo in modo che le comunità in cui vivono non si paralizzassero.

gabrieli-3-2-2-2-2“Il momento è difficile e non occorre rimuovere quello che è avvenuto, non pensare sia stata una parentesi. Ma questo nuovo momento va affrontato con terapie, impegno e organizzazione, sapendo che abbiamo una maggiore preparazione rispetto ai mesi di marzo e aprile” prosegue il Presidente Sergio Mattarella, nella generale commozione dei nuovi cavalieri.

“Tuttora rimane in larga parte sconosciuto questo virus, ma dobbiamo affrontarlo con maggiore fiducia e il significato di questa giornata deve diffondere la responsabilità collettiva perché tutti siamo chiamati a contribuire alla sconfitta del virus”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento