Covid-19: lieve rialzo in Puglia, ma nel Salento nessun caso registrato

Come già nei giorni scorsi, code di focolai in provincia di Bari, con 20 positivi su 30 totali. Rispetto a ieri, il tasso salito all'1,56 per cento dei tamponi analizzati. Non ci sono stati decessi

LECCE – Dopo aver toccato ieri il minimo regionale in assoluto, pari a 0,57 per cento dei casi di positività al coronavirus sul numero di tamponi effettuati, oggi la curva è tornata a salire, anche se di poco. Il tasso, infatti, si è innalzato fino all’1,56 per cento circa. I dati sono stati diramati nel consueto bollettino, dalla Regione Puglia, nel primo pomeriggio. E parlano di 1.919 test registrati per l’infezione da Covid-19, di cui 30 sono risultati positivi. Si resta, comunque, entro margini contenuti.

Solo l’altro ieri, fra l’altro, si era rilevato un picco, fino alla soglia del 2,6 per cento, ma con l’epidemiologo Pier Luigi Lopalco che aveva inteso rassicurare tutti, spiegando come l’aumento si potesse attribuire a “code di focolai già sotto osservazione principalmente in provincia di Bari”. Cioè, soggetti già monitorati, in isolamento fiduciario, con scarsi, se non nulli sintomi.

Un trend, questo, che sembra evidentemente proseguire, perché nel caso odierno, su 30 tamponi positivi all’infezione, ben 20 hanno riguardato, appunto la provincia di Bari. Gli altri, invece, sono distribuiti: uno per Barletta-Andria-Trani, 4 per la provincia di Brindisi, 5 per quella di Foggia. Nessun tampone positivo, invece, per le province di Lecce e Tarano. Tantomeno sono stati registrati decessi.

Dall’inizio dell’emergenza si è arrivati a 76.643 test in tutta la regione. Mentre salgono a 1.114 i pazienti fra dimessi e guariti. Allo stato attuale, sono 2.729 sono i positivi, per un totale, dall’inizio dell’emergenza, di 4.286 casi, così divisi: 1.391 nella provincia di Bari; 381 nella provincia di Barletta-Andria-Trani, 604 in quella di Brindisi, 1.108 in quella di Foggia, 503 in quella di Lecce e 270 in quella di Taranto. In 28 casi, la positività è stata attribuita a residenti fuori regione. Resta ancora un caso per cui è in corso l’attribuzione della relativa provincia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viavai sospetto intorno a casa, blitz dei carabinieri: trovati droga e soldi

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Curva stabile, quasi 1500 positivi. Casarano e Alessano scuole solo in Ddi

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

Torna su
LeccePrima è in caricamento