Lunedì, 17 Maggio 2021
Attualità

Covid, 1.180 casi positivi e aumento dei guariti. Emiliano: “Primato nei vaccini”

Resta stabile e sotto la soglia di rischio l’incidenza dei contagi su 100mila abitanti negli ultimi sette giorni. Altre 24 vittime. Oltre 1700 le persone guarite. La Puglia balza in testa per i vaccini somministrati

LECCE - Si torna a regime nei laboratori epidemiologici che nelle ultime 24ore in Puglia hanno processato 13.376 test per l'infezione da covid-19 che hanno rilevato 1.180 casi positivi con un lieve ribasso dell’indice di positività che scende all’8,82 per cento (ieri era del 9,5 per cento su poco più di 6mila tamponi effettuati).

Sono stati inoltre registrati altri 24 decessi (ieri erano stati 46), di cui tre in provincia di Lecce. Resta sostanzialmente stabile l’incidenza di contagi di nuovi casi nell’arco dei sette giorni, pari a 239,7 per 100mila abitanti, mentre ieri era di 240. Si rimane dunque sotto la soglia dell’indice di rischio elevato, ma bisogna continuare a tenere alta la guardia. Diminuisce anche il numero complessivo dei pazienti ricoverati in ospedale, che oggi sono 2.153, quattro in meno rispetto al dato d’inizio settimana.

Si abbassa anche il bilancio giornaliero dei decessi, il bollettino, come detto, ne riporta oggi ventiquattro: dieci in provincia di Bari, uno in provincia di Brindisi, uno in provincia di Foggia, tre in provincia di Lecce  e nove in provincia di Taranto. Dei nuovi casi di contagio 267 sono quelli registrati in provincia di Bari, 159 in provincia di Brindisi, 216 nella provincia della Bat, 194 in provincia di Foggia, 128 in provincia di Lecce e 215 in provincia di Taranto. Quatto i casi di residenti fuori regione. Tre casi di provincia di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti.

Questi ultimi dati aggiornano il numero complessivo degli attuali soggetti contagiati in Puglia a 49.799, ovvero seicentoventisette in meno rispetto a ieri. Il numero delle persone guarite sul territorio regionale raggiunge quota 166.688, altri 1.783 in più rispetto al dato riportato nel rendiconto di lunedì. In isolamento domiciliare ci sono 47.646 persone, il 95,7 per cento dei contagiati.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati complessivamente 2.103.967 test per accertare la positività o meno al coronavirus. Le persone ricoverate negli ospedali sono 2.153. Il totale dei decessi sale a 5.508. Dall’inizio della pandemia ad oggi il totale dei casi positivi confermati di covid in Puglia è stato di 221.995.

Leggi qui il bollettino regionale del 20 Aprile

Vaccini, la Puglia balza in testa

Dal terzo posto al vertice della graduatoria provvisoria delle regioni che stanno procedendo con la campagna vaccinale. La Puglia, dopo le somministrazioni di questa prima parte della giornata, balza in testa all’elenco avendo provveduto ad effettuare 1.012.639 dosi (pari al 92,2 per cento) su una base di 1.098.575 lotti consegnati.

“Siamo la prima regione italiana per capacità vaccinale” annuncia il presidente Michele Emiliano, “ci siamo riusciti nonostante non ci vogliano dare gli stessi soldi dal Fondo Sanità nazionale e lo stesso personale di altre regioni in rapporto alla popolazione. Oggi siamo comunque al primo posto”

Alzando il Tricolore sul tetto del cantiere del nuovo ospedale a Monopoli, il governatore ha ringraziato tutta la gente che sta lavorando nel comparto sanità, tutti i pugliesi, e non solo i sanitari, le Asl, i distretti, i dipartimenti di prevenzione e la protezione civile, ma anche tanti volontari.

“Il presidente lo si può attaccare in mille maniere, ma non attaccate queste persone che stanno lavorando” commenta altresì Emiliano, “incoraggiateli, stategli vicino, tenetevi la mano sul cuore perché non sono io che faccio le vaccinazioni, non è merito mio. Un pugliese su 4 è stato vaccinato. Per avere un paragone, il Lazio che sta facendo un ottimo lavoro ha vaccinato 1 su 5. Quindi, evidentemente, tutte le regioni stanno facendo un ottimo lavoro e stanno collaborando senza distinzione di colore politico. Insomma, non siamo certamente senza problemi, quando ci sono errori cerchiamo di correggerli, ma siamo in campo e stiamo facendo la nostra parte con grande dedizione”.

A Spongano intanto, su disposizione della Asl di Lecce, da qualche giorno è iniziata la somministrazione dei vaccini anti-covid presso l’immobile comunale “Centro di aggregazione giovanile” di via Pio XII. La struttura dell’ex-mercato coperto  è diventata nuovo hub vaccinale del distretto socio-sanitario di Poggiardo, per i residenti nei 15 comuni di riferimento.

Vaccini-4

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, 1.180 casi positivi e aumento dei guariti. Emiliano: “Primato nei vaccini”

LeccePrima è in caricamento