Covid-19, gli architetti donano 3000 euro all’Asl e offrono gratuitamente la loro professionalità

L’ordine dei professionisti leccesi metterà a disposizione la propria competenza per attivare i nuovi reparti di degenza

LECCE- L’Ordine degli architetti della Provincia di Lecce ha deliberato di mettere a disposizione della Asl Lecce la somma di 3000 euro per l’acquisto di materiale o attrezzature da utilizzare in questa fase di emergenza legata al Covid-19.

Inoltre, grazie a un atto d’intesa con la Asl Lecce, numerosi architetti iscritti all’Ordine metteranno a disposizione gratuitamente le proprie competenze professionali a supporto dell’area gestione tecnica della Azienda sanitaria. In particolare, gli architetti offriranno la propria professionalità al fine di rendere possibile il riutilizzo di edifici esistenti per strutture emergenziali di diagnosi e cura; provvederanno ad effettuare celeri verifiche dei requisiti necessari per l’esercizio di nuovi reparti di degenza e di strutture, componenti e impianti al fine di attivare rapidamente reparti di degenza con nuovi posti letto dedicati all’emergenza sanitaria.

Rocco De Matteis-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I volontari opereranno nella sede Asl di via Miglietta dove potranno contare su attrezzature e dispositivi di protezione individuale per lo svolgimento della loro attività professionale realizzata in collaborazione con il personale interno dell’Azienda sanitaria locale. “Con queste due iniziative - spiega il presidente dell’Ordine degli architetti, Rocco De Matteis - intendiamo offrire il nostro piccolo ma significativo contributo per cercare di venire incontro alle esigenze organizzative delle strutture sanitarie. Questa è una crisi senza precedenti da cui possiamo uscirne solo se ognuno di noi riuscirà a fare la propria parte rinunciando a qualcosa, lasciando spazio a spirito di sacrifico e generosità. Ecco perché voglio ringraziare, in particolare, tutti quei colleghi che hanno risposto affermativamente a questa singolare chiamata alle armi e che in questo momento rappresentano tutti noi. Insieme ce la faremo!”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento