menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid-19, quasi mille positivi in Puglia. A Panareo i contagi salgono a 27 casi

La criticità media della regione confermata da report giornaliero: su 6.196 test sono 994 i casi di positività, pari al 16 per cento. Sono 26 i nuovi contagi nel Leccese. Altri dieci decessi. Kit per medici di base e pediatri

LECCE - Nel giorno del varo del nuovo Dpcm e della "colorazione" tendente all’arancione (media criticità) per la Puglia, l’andamento della diffusione del virus su base regionale resta tendenzialmente stazionario: il dato odierno dei  casi di positività al covid-19 riferisce di poco meno di mille esiti confermati.

Il tutto dopo il dato, all’apparenza allarmante, di ieri che registrava un’impennata di 1.163 casi positivi, ma molti dei quali (come poi spiegato dal direttore generale della Asl di Bari, Antonio Sanguedolce e dall’assessore alla sanità, Pier Luigi Lopalco), riferiti a positività emerse nel corso degli ultimi giorni e immesse solo tardivamente nel sistema di rilevazione. Oggi si contano invece 994 casi positivi su 6.196 test registrati nelle ultime ore, per un rapporto pari a poco più del 16 per cento. E ci sono 26 nuovi casi di positività attribuiti alla provincia di Lecce, diciannove in meno rispetto ai 45 registrati ieri. Gli ultimi dati hanno fatto salire il numero degli attuali soggetti contagiati in Puglia fino a quota 12.569 unità.

Dei nuovi 994 casi registrati, come detto, 26 sono riconducibili alla provincia di Lecce, ma nel computo complessivo in divenire bisogna tenere conto che si è in attesa di inserire nel sistema di rendicontazione anche gli esiti di tamponi effettuati presso laboratori privati e non ancora archiviati. Sul dato Leccese influiscono la crescita dei contagi nel territorio di Taurisano: gli esiti di tamponi di questi giorni fanno innalzare l’asticella a quasi un centinaio di casi. Nelle ultime ore l'amministrazione comunale di Carpignano Salentino ha ricevuto la comunicazione, seppur ancora non ufficiale, della positività di tre ragazzi del territorio cittadino. Il Comune, prima ancora di ricevere la nota ufficiale del prefetto, si è mosso per chiedere il tempestivo intervento dell’Asl per l’effettuazione dei tamponi e la tempestiva circoscrizione dell’infezione.

Dopo i primi sei casi registrati (riconducibili a due diverse catene di contagio) nel campo sosta Panareo, è arrivata la conferma per altri 21 casi di contagio tra gli ospiti. I provvedimenti di notifica di quarantena, agli interessati e ai contatti stretti, sono stati notificati dal sindaco Carlo Salvemini, dall'assessore al Welfare, Silvia Miglietta, con l'ausilio del personale della Croce Rossa e delle forze dell'ordine.                  

Sono invece 373 i casi registrati nella provincia di Bari, 79 nella provincia di Brindisi, 123 nella Bat, 229 nella provincia di Foggia e 153 nella provincia di Taranto. Si registrano purtroppo ancora altri dieci decessi: tre in provincia di Bari, uno in provincia di Foggia, uno in provincia di Brindisi,  uno in provincia di Lecce  e quattro in provincia di Taranto.

Il numero delle persone guarite sul territorio regionale è complessivamente di 7.089 secondo i dati riportati oggi dal bollettino, 276 in più rispetto al dato di ieri. I casi attualmente attivi risalgono e sono ad oggi in tutta la Puglia 14.233. In isolamento domiciliare ci sono 13.372 persone. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati complessivamente 579.259 test per accertare la positività o meno dei possibili contagiati. I pazienti ricoverati nei reparti dedicati sono ad oggi 861, diciassette in più rispetto al dato di ieri. Di questi i ricoverati in terapia intensiva sono ora 116.  

E' stato infatti superato oggi, con il ricovero di altri 21 pazienti, il limite dei 104 posti letto Covid disponibili nelle terapie intensive della regione. Nelle rianimazioni adesso ci sono 116 persone che hanno contratto il coronavirus e le cui condizioni sono critiche. Gli ospedali, quindi, hanno iniziato a riconvertire i posti per riservarli ai pazienti Covid. All'inizio della seconda ondata di contagi, infatti, il dipartimento Salute della Regione aveva destinato alla pandemia 104 dei 369 posti di terapia intensiva attivi da Foggia a Lecce. Ma la curva epidemiologica ha avuto un repentino aumento, da sabato scorso ad oggi si è passati da 88 ricoveri nelle rianimazioni ad appunto 116. 

Il totale dei casi positivi in Puglia confermati dall’inizio della fase emergenziale, e aggiornato con il dato degli ultimi due giorni, si attesa su 22.085 complessivi così suddivisi: 9.133 nella provincia di Bari; 2.427 nella provincia della Bat; 1.487 nella provincia di Brindisi; 5.154 nella provincia di Foggia; 1.518 nella provincia di Lecce; 2.203 nella provincia di Taranto. Sono 162 i casi attribuiti a residenti fuori regione. Il totale dei decessi sale a 763.     

Qui il bollettino epidemiologico del 4 Novembre

Kit di protezione per medici e pediatri

La Regione ha disposto in queste ore la distribuzione, ai medici di medicina generale e ai pediatri di libera scelta, dei kit di dispositivi di protezione per l’emergenza covid. Con la collaborazione di Poste Italiane, in ciascun ambulatorio e per ciascun medico impegnato saranno consegnate 300 mascherine Ffp2, 300 mascherine chirurgiche, una visiera protettiva, un saturi metro-pulsossimetro, una confezione da 100 guanti, dieci camici e dieci tute.

Il materiale sarà distribuito dalla protezione civile regionale tramite la rete di Poste Italiane negli orari di apertura degli studi. Gli ordini dei medici provinciali informeranno i loro iscritti fornendo alla protezione civile i dati per la consegna. “Contiamo molto sull’aiuto che i medici di medicina generale continueranno a darci per l’emergenza covid eseguendo visite e tamponi ai pazienti che ne facessero richiesta” dice l’assessore alle Politiche della salute, Pier Luigi Lopalco, “questo per decongestionare il sistema degli ospedali e supportare le attività di tracciamento”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento