rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità

Covid, 7.129 casi positivi in Puglia. Le misure per la fine dello stato d’emergenza

Sono oltre 36mila i test analizzati e nella provincia di Lecce si contano altri 1.838 contagi. Registrate altre sedici vittime. Ci sono anche 6.228 persone che si sono negativizzate. Le principali variazioni in vigore da domani

LECCE - Alla vigilia dell’allentamento delle restrizioni relative all’emergenza sanitaria legata al Covid-19, la circolazione del virus resta costante nel territorio pugliese: il bollettino odierno riferisce di 7.129 nuovi casi di positività su 36.781 tra test antigenici e tamponi molecolari analizzati.

E anche oggi s’incrementa il dato analitico con altri 16 morti, causati sempre dalle complicanze dettate dal contagio, e con il numero complessivo dei decessi che raggiunge quota 7.965 dall’inizio della pandemia.

Degli oltre settemila casi positivi rilevati  2.340 sono quelli riconducibili alla provincia di Bari, 510 quelli della provincia di Barletta-Andria-Tani, 680 quelli della provincia di  Brindisi. E ancora 844 quelli della provincia di Foggia, 1.838 quelli della provincia di Lecce e 838 quelli della provincia di Taranto. Tra i residenti fuori regione si contano altri 56 casi e per altri ventitre la provincia di appartenenza non è stata ancora definita.

Dopo due giorni diminuiscono leggermente i ricoveri in area medica nei reparti con meno criticità, ma con sintomatologie legate all’infezione: oggi i pazienti sono 656 (rispetto ai 671 registrati sino a ieri) e 38 sono invece i casi più gravi in terapia intensiva. Il numero delle persone attualmente positive continua a risalire: i casi attivi sono ora 118.596, vale a dire 901 più di ieri, ma con 6.228 persone che si sono nel frattempo negativizzate.

Il numero totale dei contagi in Puglia dall’inizio della pandemia sale ora a 917.826, di cui 182.031 quelli registrati in provincia di Lecce.

Leggi il bollettino

Fine stato d’emergenza: le nuove misure

Il 31 marzo 2022 cessa lo stato di emergenza sanitaria da Covid-19, il decreto-legge numero 24 del 24 marzo scorso prevede in sintesi: la fine del sistema di zone colorate, il graduale superamento del Green pass (Certificazione verde Covid-19), l’eliminazione della quarantena da contatto stretto

Mascherine

Fino al 30 aprile è necessaria la mascherina nei luoghi al chiuso, fatta eccezione per chi svolge attività sportiva, i minori di sei anni, le persone con patologie incompatibili con l'uso continuativo della mascherina e i contesti che garantiscono l'isolamento da persone non conviventi. Fino al 30 aprile è obbligatoria la mascherina Ffp2: sui mezzi di trasporto pubblici, spettacoli ed eventi aperti al pubblico sia al chiuso che all'aperto.

Quarantena

Resta in vigore l'isolamento per le persone positive, mentre cade l'obbligo di quarantena per i contatti stretti. In questo caso è infatti prevista l'autosorveglianza con obbligo di Ffp2 per 10 giorni e test alla prima comparsa dei sintomi.

Scuola

La didattica digitale integrata è prevista solo per chi è in isolamento per positività. In tutti gli altri casi le attività proseguono in presenza. I dettagli sono nella notizia dedicata.

Obbligo vaccinale

Resta in vigore: fino al 31 dicembre 2022 per chi svolge professioni sanitarie e chi lavora in ospedali o Rsa; fino al 15 giugno per il personale scolastico e universitario, le forze di polizia, comparto della difesa sicurezza e soccorso pubblico, personale degli istituti penitenziari.

Green pass

Dal primo aprile decade l'obbligo della Certificazione verde per trasporto pubblico locale e regionale e per i servizi di ristorazione all'aperto. Fino al 30 aprile occorre il Green pass base (vaccinazione, guarigione, test negativo) per accedere ai luoghi di lavoro, anche se over 50.

Occorre il Green pass rafforzato per accedere a: piscine, palestre, centri benessere centri culturali, sociali, sale da ballo, discoteche, sale da gioco spettacoli, eventi e competizioni sportive che si svolgono al chiuso convegni e congressi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, 7.129 casi positivi in Puglia. Le misure per la fine dello stato d’emergenza

LeccePrima è in caricamento