rotate-mobile
Il bollettino regionale

Covid, nuovo incremento dei casi positivi. Altri 2.683 nel Leccese

Oltre 42mila i test analizzati con 8.559 nuove infezioni registrate. Due nuovi decessi. I pazienti ricoverati negli ospedali sono 577 di cui 27 in terapia intensiva. Da aprile meno restrizioni, ma la circolazione del virus è ancora costante

LECCE - Nuovo significativo incremento dei casi di positività in Puglia secondo i dati riportati nel bollettino regionale odierno. E anche le persone attualmente positive superano nuovamente la soglia delle 90 mila unità. A fronte di 42.163 tra test antigenici e tamponi molecolari processati i nuovi casi di positività al Sars Cov-2 rilevati sono stati 8.559. E si registrano anche altri due decessi.       

Mentre ci si appresta alla nuova flessione delle restrizioni, a partire dal prossimo mese di aprile, non si arresta però la circolazione del virus soprattutto in provincia di Lecce che conta anche oggi il numero più alti di contagi: ne sono stati rilevati esattamente 2.683.   

Gli altri casi sono ripartiti tra i 2.500 della provincia di Bari, i 601 della provincia di Barletta-Andria-Trani, gli 845 della provincia di Brindisi, i 1.014 della provincia di Foggia e gli 831 della provincia di Taranto. Tra i residenti fuori regione si contano altri 67 casi e per altri diciotto la provincia di appartenenza non è stata ancora definita.

I pazienti ricoverati in area medica, non critica, sono 550 (ieri erano 542), mentre i degenti in terapia intensiva sono ora 27. Il numero delle persone attualmente positive negli ultimi giorni è tornato a risalire: i casi attivi sono ora 92.101, vale a dire 4.685 più di ieri, ma con 3.874 persone che si sono nel frattempo negativizzate.

Con l?aggiornamento di questi ultimi dati il numero totale di persone contagiate in Puglia dall?inizio della pandemia sale a 814.428, di cui 153.121 in provincia di Lecce.

Leggi il bollettino

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, nuovo incremento dei casi positivi. Altri 2.683 nel Leccese

LeccePrima è in caricamento