rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Il bollettino regionale

Covid, 1.730 nuovi casi accertati. Il virus non cede nel Leccese

Il Salento continua a rilevare i casi più diffusi di contagio: dopo i 994 di ieri oggi i nuovi positivi sono 554 nonostante il numero contenuto dei tamponi analizzati. Aumentano comunque i vaccinati. Sono 789 i pazienti in ospedale

LECCE - Inizio settimana con la solita contrazione di test e tamponi processati nel weekend, sono stati 19.508, e in Puglia si registrano 1.730 nuovi contagi al Sars Cov2. E la provincia di Lecce resta quella con un alto numero di diffusione del virus: dopo i 994 casi di positività rilevati nel bollettino di ieri, oggi i nuovi contagiati sono stati 554.

Gli altri casi positivi sono distribuiti invece tra i 438 della provincia di Bari 438, i 150 della provincia di Barletta, Andria e Trani, i 123 della provincia di Brindisi, i 318 della provincia di Foggia e i 126 della provincia di Taranto. Tra i residenti fuori regione si contano altri 16 casi e per altri cinque la provincia di appartenenza non è stata ancora definita.

Il bollettino regionale dà contezza purtroppo anche di altre otto vittime e il numero complessivi dei decessi da inizio pandemia ha raggiunto quota 7.567. A fronte dei 1.730 nuovi contagiati si contrappone un numero quasi analogo di guarigioni certificate 1.714 che stabilizza il numero delle persone attualmente positive a 86.590.        

Il carico ospedaliero rimane pressoché invariato con quatto posti letto in più occupati in area non critica, dove i pazienti sono ora 733, mentre i ricoveri in terapia intensiva sono 56. Con l’aggiornamento di questi ultimi dati i casi totali di persone contagiate in Puglia dall’inizio della pandemia sale a 710.276, di cui 121.058 in provincia di Lecce.

Leggi il bollettino

Se il virus non cede ancora il passo anche in provincia di Lecce conforta però il dato della campagna vaccinale: l'87,2 per cento della popolazione residente, dai 12 anni in su, ha completato il ciclo primario di vaccinazione e il 66,27 per centro ha ricevuto  anche la terza dose

In particolare, ha ricevuto la terza dose il 45,76 per cento della fascia dai 12 ai 19anni; il 49,88 per cento della fascia 20-29 anni, il 53,64 per cento della fascia 30-39 anni. E ancora il 63,7 per cento della fascia 40-49 anni, il 67.96 per cento della fascia 50-59 anni, il 77,7 per cento della fascia 60-69 anni. E infine l'83.33 per cento della fascia 70-79 anni e l'84.44 per cento degli over 80.

Per quanto riguarda le vaccinazioni pediatriche il 54 per cento della fascia 5-11anni ha ricevuto la prima dose di vaccino e il 43.15 per cento ha completato la vaccinazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, 1.730 nuovi casi accertati. Il virus non cede nel Leccese

LeccePrima è in caricamento