Lunedì, 14 Giugno 2021
Attualità

Crisi della filiera olearia. I produttori chiedono a Di Maio misure urgenti

Incontro al ministero dello Sviluppo Economico. Agrinsieme sollecita maggiori risorse e misure specifiche da inserire nella conversione del decreto legge Emergenze: "Gli olivicoltori sono allo stremo"

Una foto dell'incontro di Roma (Agrinsieme).

ROMA - Le associazioni dei produttori olivicoli e degli agricoltori riunite nella sigla Agrinsieme considerano il decreto legge "Emergenze" una buona base di partenza per rilanciare il comparto olivicolo pugliese, a condizione che siano individuate presto risorse ulteriori e varate misure specifiche.

Il ministro del Lavoro, dello Sviluppo Economico e delle Politiche Sociali, ha incassato l'apertura di credito nel corso del vertice sulla crisi del settore olivicolo pugliese, ma ora ha il compito di agevolare il recepimento, nel corso dell'iter di conversione in legge, delle indicazioni che Cia-Agricoltori italiani, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle Cooperative Agroalimentari hanno dato.

"Gli olivicoltori pugliesi sono allo stremo e non possono più permettersi di aspettare le lungaggini burocratiche e i tempi della politica, che hanno già fatto slittare lungamente l’approvazione e la pubblicazione del decreto legge", scrivono in una nota le associazioni che il 25 marzo, in prefettura a Lecce, avevano partecipato a un incontro voluto dalla ministra per il Sud, Barbara Lezzi, accompagnata in quella circostanza dal sottosegretario all'Agricoltura, Alessandra Pesce. 

Quest'ultima ha partecipato anche ai lavori di questa mattina, insieme all'assessore regionale all'Agricoltura Leonardo Di Gioia, ai sindacati di categoria e ad alcuni parlamentari. 

“Durante l’incontro - si conclude la nota di Agrinsieme - abbiamo evidenziato l’urgenza di intervenire per risollevare le sorti di un comparto di fondamentale importanza per l’economia regionale e nazionale, messo a dura prova dalla Xylella e dal maltempo, con le gelate prima e la siccità poi, che hanno portato la produzione ai minimi storici, con sensibili ripercussioni sulla redditività dei produttori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi della filiera olearia. I produttori chiedono a Di Maio misure urgenti

LeccePrima è in caricamento