Mercoledì, 16 Giugno 2021
Attualità

Curva in fase calante, ma altri 33 decessi. Tasso di positività torna al 10 per cento

Oggi è tornato a scendere il tasso dei nuovi casi positivi: su 10.141 test sono stati registrati 1.020 contagi. Scende anche il numero dei ricoverati. Oltre 3500 i guariti in 24 ore. Proseguono le prenotazioni per i vaccini agli over 80 tra file e difficoltà. In arrivo a Lecce fiale di AstraZeneca e Moderna

LECCE - La curva epidemiologica è ritenuta in fase calante in Puglia, alla fine della terza settimana consecutiva in cui si riduce l'aumento dei nuovi casi di contagio Covid, ma resta sempre preoccupante il numero di decessi che anche oggi sono 33, di cui tre in provincia di Lecce. Oggi è tornato a scendere il tasso dei nuovi casi positivi: su 10.141 test sono stati registrati 1.020 contagi, con un tasso di positività del 10,06 per cento, rispetto al 12,03 di ieri.

Dei 1.020 casi positivi registrati su scala regionale 438 sono quelli in provincia di Bari, 93 in provincia di Brindisi, 99 nella provincia della Bat, 48 in provincia di Foggia, 83 in provincia di Lecce (il report di ieri ne indicava 72), 254 in provincia di Taranto. Due i residenti fuori regione, tre quelli di provincia di residenza non ancora nota.

Dei 33 decessi registrati 17 sono avvenuti in provincia di Bari, quattro in provincia della Bat, cinque in provincia di Foggia, tre come detto quelli in provincia di Lecce e quattro in provincia di Taranto.

Qui il bollettino epidemiologico del 12 febbraio

Gli ultimi dati riportati nel bollettino regionale aggiornano il numero complessivo degli attuali soggetti contagiati in Puglia a 41.600 ovvero 2.578 in meno rispetto a ieri. Il numero dei guariti sul territorio regionale raggiunge quota 88.325 altri 3.565 in più rispetto al dato riportato sempre ieri. In isolamento domiciliare ci sono 40.004 persone, il 96,2 per cento dei contagiati.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati complessivamente 1.418.783 test per accertare la positività o meno al covid 19. I pazienti ricoverati nei reparti dedicati sono ad oggi 1.596 (il 3,4 per cento), 54 in meno rispetto alle ultime 24ore. Il totale dei decessi sale a 3.554. Dall’inizio della pandemia ad oggi il totale dei casi positivi di covid in Puglia è stato di 133.479.

Nella prima giornata di attivazione del servizio di prenotazione delle vaccinazioni anticovid sono state effettuate 22.300 prenotazioni da parte di cittadini pugliesi over 80, che rappresenta il 10% circa della popolazione target totale. Non sono mancati le file davanti alle farmacie e ancora problemi tecnici al portale Puglia Salute anche nella seconda giornata di prenotazione.

Le modalità di prenotazione del vaccino

Il vaccino anti Covid per le persone con età uguale e superiore di 80 anni (nati prima del 31 dicembre 1941) può essere prenotato al numero Cup 0832/1979911 tutti i giorni, compresi festivi e prefestivi, dalle ore 14 alle ore 20.Nelle ore pomeridiane è sospesa la prenotazione telefonica delle altre prestazioni sanitarie, che sarà garantita solo la mattina.

Gli Sportelli Cup distrettuali e ospedalieri saranno aperti alle prenotazioni vaccinali dalle 14 alle 20 nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì, (in calce l'elenco delle sedi). Per la prenotazione della vaccinazione anti-Sars-CoV2 bisogna essere muniti esclusivamente della tessera sanitaria e/o codice fiscale dell’interessato e bisognerà fornire un contatto telefonico. La prenotazione per la vaccinazione a domicilio per i soggetti non deambulanti e/o assistiti a domicilio può avvenire chiamando il Cup o mediante le farmacie. Chi si prenota verrà ricontattato e gli verrà comunicato l'appuntamento a domicilio.

Intanto, sono salite a 50.700 le prenotazioni per i vaccini Covid-19 per gli ultraottantenni registrate fino a oggi alle ore 18 sui sistemi della Regione Puglia. “Stiamo procedendo speditamente – commenta l’assessore alla sanità Pier Luigi Lopalco – e abbiamo raggiunto circa un quarto della popolazione- target in un giorno e mezzo di apertura delle agende. Confidiamo che nei prossimi giorni sarà raggiunto il target delle prenotazioni, una volta rodato completamente il sistema. La raccomandazione è sempre quella di non accalcarsi in farmacia o di affollare i cup: i vaccini saranno disponibili per tutti”.

SDA CONSEGNA VACCINI  (23)-2

Tutto questo mentre stanno per arrivare a Lecce i furgoni Sda, corriere di Poste Italiane, per la consegna dei vaccini AstraZeneca e Moderna. Stanotte, infatti, alcuni mezzi speciali, attrezzati con celle frigorifere, prenderanno in carico i vaccini AstraZeneca (3.900 dosi) e Moderna (1.700 dosi) per concludere domani il loro viaggio, raggiungendo la destinazione finale all’ospedale Vito Fazzi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Curva in fase calante, ma altri 33 decessi. Tasso di positività torna al 10 per cento

LeccePrima è in caricamento