Covid-19: perde la vita un uomo al Dea. Nuovo appello di un sindaco ai cittadini

Mentre il primo cittadino di Melissano ha comunicato in mattinata il decesso di un anziano, il collega di Martano si è appellato al buon senso dei residenti, per evitare ordinanze sindacali

Il Dea di Lecce.

MELISSANO – Strappato alla vita dal Covid: muore un uomo di Melissano. Tra i decessi registrati nelle ultime ore e presumibilmente attribuibili al virus, anche un ultraottantenne, degente del Dea di Lecce. L’anziano, infatti, si trovava presso la struttura sanitaria dove, ricoverato una decina di giorni addietro, era stato poi intubato. Non ce l’ha fatta ed è spirato nella serata di ieri. I famigliari dell’anziano, in autoisolamento fiduciario, hanno seguito il corretto protocollo sanitario senza alcuna conseguenza. 

Alessandro Conte, primo cittadino del comune del basso Salento in cui viveva la vittima, ha scritto sulla propria pagina Facebook:  “Il Covid ha colpito duro, portando via con sé un nostro concittadino. Come vedete, non è mai una questione di numeri. Perché di fronte a un decesso, a un sorriso smarrito per sempre, i numeri servono solo alla statistica e basta. Per me oggi non ha alcun senso passarvi il bollettino della prefettura, ragionare sugli aumenti, o sulle eventuali sue regressioni. Perché comunque ha colpito e ha colpito duro. Perché vi dico con certezza che senza Covid, quel sorriso sarebbe ancora in giro. Questo dovrebbe farci riflettere, tutti insieme”.

Intanto anche un altro sindaco lancia un appello ai propri concittadini, preoccupato dall’attuale quadro sanitario. Fabio Tarantino, alla guida di Martano, vorrebbe evitare di ricorrere alle ordinanze sindacali, esattamente come comunicato ieri anche dal collega di Melendugno, Marco Potì. “Preferirei attenermi alle disposizioni regionali e a quelle dettate dai Dpcm. Qualora dovessi però riscontrare situazioni rischiose, come quelle alle quali stiamo assistendo nelle ultime ore, tra cui assembramenti nei pressi degli esercizi commerciali o nei luoghi del centro, soprattutto da parte dei ragazzini, dovrò regolarmi”, ha riferito a LeccePrima.

Nella serata di ieri, il sindaco del comune grico aveva elencato alcuni dati ai suoi concittadini, a seguito della comunicazione ufficiale da parte della prefettura del capoluogo salentino. I 14 casi di positività accertati a Martano indicavano a suo dire un dato in aumento rispetto a quello del giorno prima, quindi di venerdì. “Oltre ai 14 casi ufficiali, se ne aggiungo altri 10 ancora da registrare, per un totale complessivo di 24 concittadini positivi al Coronavirus che sono ormai da molti giorni in isolamento e che ringrazio per avermi avvisato direttamente”, ha scritto in un post Tarantino.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Tentano rapina a commercialista al rientro a casa. Reagisce e fuggono

Torna su
LeccePrima è in caricamento