rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità Gallipoli

Dissesto geologico, pronto progetto per consolidare il costone del lungomare

La giunta comunale ha approvato gli interventi nel tratto costiero del lungomare Galilei dove trovano dimora anche le giostre estive e i fast food. Si punta ai fondi per la sicurezza del territorio per 2milioni e 500 mila euro del ministero dell’Interno

GALLIPOLI - Sebbene in questi anni le indagini geologiche hanno consentito di confermare la stabilità del costone roccioso, a  monte del lungomare Galilei, dove vengono posizionate le giostre nel periodo estivo, l’amministrazione comunale ha inteso intervenire al più presto per garantire nuova stabilità e il consolidamento di quel tratto costiero interessato, soprattutto sul fronte mare, da un grave dissesto di natura idrogeologica.

In tale direzione la giunta comunale ha dato il via libera al progetto posto all’attenzione del ministero dell'Interno ai fini della richiesta di un contributo, per il 2022, per interventi relativi a opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio. Nello specifico l’attenzione del Comune si è concentrata sull’intervento di conservazione e messa in sicurezza del litorale soggetto, a fenomeni di erosione, del lungomare Galileo Galilei nelle aree interessate da giostre e attività? commerciali ambulanti e street food.

L’area in questione comprende la fascia di circa 500 metri dove sono evidenti, a tratti, lungo il limite di costa, dei fenomeni di crollo. La roccia, infatti, risulta interessata da una serie di fattori che, specialmente in alcune zone, la rendono debole alle sollecitazioni del moto ondoso.

Gli studi affidati ai geologi e  realizzati, preliminarmente alla redazione del progetto, hanno infatti confermato la presenza di anomalie nel sottosuolo e quindi di punti di debolezza, quali fratture e vuoti all’interno di esse.

Per questo motivo la proposta progettuale, che richiede l’importo complessivo dei fondi posti a disposizione pari a 2milioni e 500 mila euro, contemplerà la messa in sicurezza dell’area attraverso diverse linee di intervento. Prima di tutto, al fine di comprendere quali sono le zone maggiormente pericolose, la prima fase si svilupperà sull’esecuzione di sondaggi geognostici al fine di accertare nel dettaglio le specifiche dei vuoti già individuati nelle indagini geofisiche precedenti.

DSCN0590-3

“Un progetto che stavamo portando avanti da tempo” spiega il sindaco Stefano Minerva, “e che ora abbiamo avuto l’opportunità di presentare. L’azione amministrativa deve necessariamente concentrarsi anche sulla tutela ambientale oltre che garantire la sicurezza per i cittadini. Questa è l’occasione giusta per farlo, un’azione necessaria per gli interventi futuri”.

Nella seconda fase, l’intervento si concentrerà sulla realizzazione sia di una soletta in superficie, necessaria per garantire l’utilizzo in sicurezza degli spazi, che di un sistema di consolidazione delle calotte attraverso l’impregnazione di materiali idonei. In questo modo si potrà poi procedere al consolidamento finale tramite la saturazione dei giunti di strato, fessure, fratture e porosità? dell’ammasso.

“Ci auguriamo che il progetto possa essere approvato e di avviare il progetto quanto prima, per una serie di ragioni” aggiunge l’assessore ai Lavori pubblici, Riccardo Cuppone, “non solo perché il tratto di costa necessita di un intervento, ma anche e soprattutto perché questo progetto sarà propedeutico alla riqualificazione dell’intero lungomare e della sua passeggiata. Se prima non si ha la possibilità di sistemare i problemi alla base non si potrà procedere con il resto”.

S2300006-2-2

Conclude l’assessore al Demanio, Salvatore Di Mattina: “La priorità dell’amministrazione comunale è quella di preservare le coste, dunque il territorio e le spiagge e le scogliere che rappresentano un patrimonio inestimabile per la nostra città. Parallelamente al progetto presentato, siamo al lavoro per la redazione di un ulteriore intervento, anch’esso urgente e necessario, che contempli l’intero litorale. Abbiamo il dovere di garantire alla città la preventiva messa in sicurezza delle coste, per questo motivo porteremo avanti con ostinazione questi progetti fino a quando non otterremo finanziamenti idonei”.

Tratto interessato-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dissesto geologico, pronto progetto per consolidare il costone del lungomare

LeccePrima è in caricamento