Docenti e personale, 51 i casi nel Salento. L'ultimo in una scuola d'infanzia

La dirigente dell'istituto comprensivo "Ammirato Falcone" ha disposto in via precauzionale la chiusura della sezione I2 dedicata ai più piccoli. Da un istituto di Soleto la buona notizia: negativi i 200 tamponi

Il plesso per l'infanzia.

LECCE – Dalla riapertura delle scuole si sono registrati in provincia di Lecce 51 casi di positività al Covid-19 tra docenti e personale tecnico-amministrativo: tutti, tranne cinque, sono riferiti a donne.

Nel momento in cui il contrasto tra le previsioni del Dpcm del 3 novembre che prevede la didattica a distanza solo nelle zone rosse e per gli studenti delle superiori e della seconda e terza media, e l’ordinanza regionale del 29 ottobre, che la estende a tutti gli istituti di ogni ordine e grado, sta alimentando un dibattito molto acceso, i dati sono opportuni per supportare le opinioni. Nei prossimi giorni, comunque, è atteso un nuovo provvedimento regionale, ma non è chiaro quanto nei fatti le posizioni si potranno avvicinare.

Delle scorse ore è la notizia della chiusura della sezione I2 della scuola di infanzia dell’Ammirato-Falcone, a Lecce, per la positività di un operatore scolastico. La misura è stata adottata dalla dirigente scolastica, Bruna Morena, in via precauzionale e d’intesa con il dipartimento di Prevenzione e Salute della Asl di Lecce. Si ricorda che le scuole per l'infanzia non ricadevano nell'ambito operativo dell'ordinanza di chiusura di fine ottobre.

Per quanto riguarda gli studenti, alla data del 28 ottobre, il giorno prima dell’entrata in vigore dell’ordinanza Emiliano-Lopalco, i casi di positività accertati erano 417 in tutta la regione, numero che è aumentato col passare dei giorni in ragione delle catene di contagio che nel frattempo erano state attivate e che sono tracciate dai dipartimenti di prevenzione.

Per molti, a partire dalla ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, si tratta di una frazione minima rispetto al totale degli studenti della regione, ma questa obiezione deve fare comunque i conti con il sovraccarico nell'attività di contatct tracing che i casi scolastici determinano: per ogni alunno positivo vengono interessati i docenti e i compagni di classe; per ogni docente, tutte le classi in cui insegna. E i dipartimenti di prevenzione, che devono preoccuparsi di fare i tamponi e di occuparsi della gestione della popolazione in quarantena o isolamento fiduciario, non hanno risorse a sufficienza.

Da Soleto aggiornamento delle ore 12.35

Il sindaco di Soleto, Graziano Vantaggiato, ha appena comunicato alla cittadinanza, con un post, l'esito dei circa 200 tamponi fatti a studenti e docenti dell'istituto comprensivo "Falcone-Borsellino", frequentato anche da alunni di Sternatia e Zollino: sono tutti negativi.  Nel dare questa notizia - ha scritto il primo cittadino -, si rinnova l’invito a non abbassare mai l’attenzione, usiamo sempre la mascherina, rispettiamo il distanziamento e laviamoci frequentemente le mani. Usiamo sempre la testa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • Maltempo sul Salento: coperture divelte da una tromba d’aria volano in strada

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

Torna su
LeccePrima è in caricamento