menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Domenica con 60 positivi da Covid-19. Tamponi in aumento, ma servono reagenti

Leggero incremento dei contagi in Puglia, rispetto ai 55 registrati ieri. Quattordici dei casi rilevati nel bollettino epidemiologico di oggi riguardano la provincia di Lecce. Un decesso si è verificato nella zona di Bari

LECCE - C’è un nuovo leggero incremento dei casi di contagio da Covid 19 in questa domenica rispetto all’andamento degli scorsi giorni che ha fatto risalire il livello di attenzione e preoccupazione per la diffusione anche di piccoli focolai e della chiusura del centro diurno della rsa “Santa Laura” di Seclì, su disposizione del sindaco, dopo la comunicazione da parte del dipartimento di prevenzione della Asl di Lecce di un tampone positivo al Covid per una operatrice socio sanitaria del centro.

Il report del bollettino epidemiologico odierno in Puglia riporta che ci sono 60 nuovi contagi da coronavirus (+5 rispetto al rendiconto di ieri) sul territorio regionale in aumento rispetto ai 55 registrati ieri, ma a fronte anche di un incremento anche del numero di tamponi effettuati, circa 200 in più rispetto alla giornata di ieri. E mentre l’attività dei laboratori e della macchina organizzativa migliora tempi e processi di analisi dei test per accertare l’infezione da coronavirus, l’innalzamento del numero dei tamponi mette a dura prova il fabbisogno di reagenti in alcuni ospedali (una problematica su scala nazionale). Problematica per la quale la Regione e le Asl territoriali, con il supporto della protezione civile nazionale, stanno già correndo ai ripari.              

Dei nuovi casi postivi, sono 14 quelli localizzati nella provincia di Lecce e come specificato dal direttore  generale della Asl, Rodolfo Rollo si tratta “di 10 contatti stretti di casi già noti, di tre cittadini temporaneamente presenti nella nostra provincia e di un residente per cui sono in corso le indagini epidemiologiche”. Di queste cinque sono persone residenti sul territorio di Galatone che erano già in isolamento domiciliare in quanto contatti stretti di uno dei due positivi comunicati nel bollettino precedente. Un altro caso di positività è stato confermato invece a Calimera, dopo la comunicazione della Asl direttamente al sindaco Francesca De Vito.

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento promozione della salute, Vito Montanaro, ha comunicato che oggi sono stati registrati  3.358 test per l'infezione da Covid-19 e sono 60 i casi risultati positivi in tutto il territorio regionale: 22 nella provincia di Bari, 4 nella provincia di Brindisi e 4 nella Bat e altrettanti nella provincia di Taranto, 12 nella provincia di Foggia e 14 nella provincia di Lecce.  E’ stato registrato un decesso in provincia di Bari.

Il numero delle persone guarite è 4.126 secondo i dati riportati oggi dal bollettino, quattordici in più rispetto al dato di ieri. I casi attualmente attivi risalgono quindi e sono ad oggi in tutta la Puglia 1.167. I pugliesi in isolamento domiciliare sono 1.005. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati complessivamente 326.680 test per accertare la positività o meno dei possibili contagiati. I pazienti ricoverati nei reparti dedicati sono ora 162. 

Il totale dei casi positivi in Puglia, dall’inizio della fase emergenziale, e aggiornato con il dato degli ultimi due giorni, si attesa su 5.856 complessivi così suddivisi: 2.113 nella provincia di Bari; 472 nella provincia della Bat; 714 nella provincia di Brindisi; 1.426 nella provincia di Foggia; 700 nella provincia di Lecce; 382 nella Provincia di Taranto. Sono 48 i casi attribuiti a residenti fuori regione. Il totale dei decessi sale a 563.     

Qui il bollettino epidemiologico del 6 settembre

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento