rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
La nomina / Minervino di Lecce

Dopo la nomina a vescovo un nuovo parroco per la chiesa dell’Immacolata

Sarà don Antonio Cagnazzo il sacerdote chiamato a sostituire nella conduzione della parrocchia magliese monsignor Giuseppe Mengoli, che andrà a guidare la diocesi di San Severo

MAGLIE/MINERVINO DI LECCE – Sarà don Antonio Cagnazzo il nuovo parroco della chiesa “Maria Ss.ma Immacolata” di Maglie: l’attuale parroco di Minervino di Lecce è stato nominato dall’arcivescovo di Otranto, monsignor Donato Negro, al posto di monsignor Giuseppe Mengoli, eletto vescovo di San Severo, e che fra qualche settimana verrà consacrato e prenderà possesso pastorale della diocesi a cui è stato destinato.

La decisione è arrivata nella giornata di ieri e diventerà effettiva nel momento in cui monsignor Mengoli sarà ordinato vescovo e si trasferirà.

Classe 1967, originario di Calimera, don Cagnazzo è stato ordinato presbitero nel 1992, ricoprendo l’incarico di viceparroco presso la chiesa Immacolata di Otranto, per poi diventare parroco a Minervino di Lecce presso la chiesa “San Michele arcangelo”. Tra gli incarichi che ricopre quello di direttore dell’ufficio catechistico diocesano, delegato presso l’ufficio per le comunicazioni sociali e stampa.

È membro del consiglio pastorale diocesano, del consiglio presbiteriale diocesano, del collegio dei consultori, del consiglio episcopale. Inoltre, è vicario episcopale per i laici.

In un messaggio sui social, don Antonio scrive, postando un immagine dell’Annunciazione che si trova nella chiesa di Santa Croce a Minervino di Lecce: “Proprio oggi il nostro Arcivescovo Donato mi ha chiesto di cambiare parrocchia, di proseguire il mio ministero sacerdotale nella comunità di Maria SS. Immacolata in Maglie. Verso la metà di maggio lascerò la parrocchia di San Michele in Minervino. Un nuovo ripartire, inseguendo la volontà di Dio”.

“In questo momento – scrive - sento solo di dire grazie a chi mi ha accolto e con cui siamo cresciuti insieme a Minervino in questi venti anni di percorso condiviso, e grazie a chi mi accoglierà nella nuova comunità di Maglie con pazienza e benevolenza, a partire dal carissimo don Giuseppe Mengoli. Grazie al vescovo che mi affida questa responsabilità e grazie al Signore che, Buon Pastore, mi sostiene nel cammino e a cui mi affido”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo la nomina a vescovo un nuovo parroco per la chiesa dell’Immacolata

LeccePrima è in caricamento