Attualità

Doppio sit-in dei lavoratori Tundo: "La Asl paghi gli arretrati al posto della ditta"

I dipendenti hanno protestato davanti alla prefettura ed in via Miglietta. Il direttore Narracci si è impegnato a corrispondere gli emolumenti, previa verifica della situazione con la società

Foto di repertorio: la Asl di Lecce

LECCE - Hanno incrociato le braccia nella giornata di ieri per reclamare le mensilità di stipendio arretrate. E hanno deciso di alzare il tiro della protesta, organizzando due sit-in: uno davanti alla sede della Asl di Lecce, l’altro davanti alla prefettura.

I lavoratori della ditta Tundo sono tornati a farsi sentire per reclamare il rispetto dei loro diritti. Una delegazione dei dipendenti, composta e guidata dal segretario Usb, Gianni Palazzo, più tardi ha incontrato anche i vertici della Asl e della Prefettura.

Al direttore generale Ottavio Narracci è stata rivolta una richiesta precisa, ovvero quella di provvedere (in qualità di ente che ha commissionato l’appalto) al pagamento degli emolumenti arretrati. L’azienda sanitaria andrebbe così a sostituirsi alla ditta appaltata sul proprio cantiere, nel caso in cui quest’ultima non pagasse entro la fine del mese.

Narracci si è impegnato in questo senso, previa verifica di tutte le incombenze pregresse della ditta nei confronti del personale in ed extra appalto Asl.

Palazzo ha incontrato anche il vicecapo di gabinetto, la dottoressa Pellegrino, cui ha chiesto di intervenire per risolvere il problema dei pagamenti entro la fine del mese.

“Gli impegni presi il 1° ottobre sono stati disattesi – ha spiegato il sindacalista – e solo una parte dei lavoratori ha ricevuto i pagamenti mentre gli altri hanno ricevuto solo la mensilità di agosto. Ci sono lavoratori che attendono ancora di ricevere le mensilità di giugno, luglio e settembre, insieme alla quattordicesima ed al premio di produttività”.

Il referente Usb ha colto l’occasione per chiedere nuovamente alla ditta Tundo di esibire l’elenco di tutti i lavoratori impiegati nell’appalto Asl.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppio sit-in dei lavoratori Tundo: "La Asl paghi gli arretrati al posto della ditta"

LeccePrima è in caricamento