rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Attualità Nociglia

Lavori di efficientamento del municipio, Tar sospende l'aggiudicazione

Ordinanza della Seconda Sezione. Il caso riguarda un appalto da mezzo milione di euro per un intervento a Nociglia: riconosciute le esigenze di una misura cautelare. Udienza di merito il 28 aprile

NOCIGLIA - Se delle questioni di rilevanza penale intervengono durante una gara d'appalto, "sussiste per condivisa giurisprudenza l'obbligo dichiarativo" da parte del soggetto interessato.

Lo ha ribadito la Seconda Sezione del Tar Puglia, sede di Lecce, sospendendo con ordinanza l'aggiudicazione di una gara indetta dal Comune di Nociglia, con la collaborazione della Centrale Unica di Committenza dell'Unione dei Comuni "Terre di Mezzo", per i lavori di efficientamento energetico della sede municipale, finanziati con mezzo milione di euro nell'ambito del Por Puglia 2014-2020.

Secondo la graduatoria risalente a novembre, il miglior punteggio era stato appannaggio di una ditta di Brindisi, ma l'esito è stato impugnato da una società di Aradeo, difesa dall'avvocato Luigi Quinto. Il motivo principale del ricorso sta nell'omissione, da parte del sodalizio aggiudicatario, di informazioni ritenute rilevanti per la propria affidabilità: il socio e legale rappresentante della ditta brindisina, infatti, era stato rinviato a giudizio ed era seguito anche un provvedimento di interdizione annuale dall'attività imprenditoriale. 

I giudici - presidente Antonella Mangia, estensore Nino Dello Preite - hanno sospeso gli effetti dell'aggiudicazione e hanno imposto alla stazione appaltante di valutare “l’impatto delle circostanze emerse sulla integrità e/o affidabilità dell’impresa aggiudicataria”. L'udienza di merito si terrà il 28 aprile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori di efficientamento del municipio, Tar sospende l'aggiudicazione

LeccePrima è in caricamento