rotate-mobile
Sabato, 1 Aprile 2023
A Lecce / Rudiae / Via Don Bosco

Emergenza freddo, apre la Casa Comune per l’accoglienza dei senzatetto

Da stasera in via don Bosco il centro di prossimità aperto per ospitare persone senza fissa dimora. L’assessore Miglietta: “Rafforziamo i servizi di assistenza”

LECCE – Emergenza freddo a Lecce e nel Salento: il centro di prossimità “Casa comune” della fondazione Emmanuel in Via Don Bosco da questa sera resterà aperto anche per l’accoglienza notturna delle persone senza fissa dimora. È notizia di pochi giorni fa della tragica morte di un senzatetto a Lecce, una situazione, che, a maggior ragione, ha alzato il livello di attenzione verso quanti vivono situazioni di precarietà e difficoltà.

Grazie alla collaborazione tra la fondazione, il Comune, la polizia locale, la protezione civile e la questura sarà attivato un servizio di assistenza e ricovero notturno, implementato da una attività di ricognizione del territorio cittadino tesa a intercettare le persone senza fissa dimora per invitarle a trascorrere la notte al riparo. Ai cittadini accolti nella struttura sarà fornito un pasto caldo, un posto letto, la colazione mattutina e l’opportunità di fruire di servizi igienici e doccia.

Il servizio si aggiunge a quello offerto dal Comune presso Masseria Ghermi, che nei giorni scorsi è stato potenziato come ogni anno con l’aggiunta di ulteriori dieci posti letto, ed è finalizzato a rafforzare la rete di protezione delle persone in condizioni di estrema povertà durante la settimana di freddo che le previsioni meteo annunciano.

“Come ogni anno affrontiamo i giorni più freddi rafforzando i servizi di assistenza, in piena collaborazione tra istituzioni, associazionismo e forze dell’ordine – dichiara l’assessore al Welfare Silvia Miglietta – l’impegno e la disponibilità del gruppo comunale di protezione civile garantirà il presidio notturno di Casa comune al fianco dei volontari di fondazione Emmanuel che si occuperanno dei servizi alle persone, che saranno raggiunte e invitate a mettersi al riparo grazie anche alla collaborazione della polizia locale e della questura”.

“Casa Comune si è posta al servizio delle persone più fragili, favorendo e promuovendo la collaborazione tra pubblico e privato sociale insieme alla cittadinanza attiva soprattutto dei giovani – dichiara Stefania Gualtieri vice presidente della fondazione Emmanuel – il nostro fine è creare un grembo sociale capace di accogliere e intervenire sulla qualità della vita di ogni singola persona, nei momenti di maggiore bisogno. Questa attività, che si rinnova ogni anno, ci vede impegnati in stretta collaborazione con l’assessorato al Welfare del Comune di Lecce nel potenziamento dei servizi di accoglienza notturna per chi vive per strada e ha bisogno in particolare in questi giorni più freddi di una opportunità in più”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza freddo, apre la Casa Comune per l’accoglienza dei senzatetto

LeccePrima è in caricamento