Emergenza freddo, pronta la chiesa di San Giuseppe. Associazioni in campo

Riunione a Palazzo Carafa per coordinare i servizi di ristoro e le disponibilità di ricovero per la notte. I numeri di telefono cui segnalare persone che necessitano di aiuto, l'elenco delle mense operative

LECCE – La chiesa di San Giuseppe sarà aperta alle persona senza fissa dimora nel caso non fossero sufficienti i posti disponibili a Masseria Ghermi e nelle due strutture gestite dalla Caritas diocesana. All’interno della chiesa, la comunità dei giovani di Sant’Egidio si occuperà di fornire bevande e cibo a chi si presenterà per trascorrere la notte.

L’arcivescovo di Lecce ha dato piena disponibilità, come annunciato da don Attilio Mesagne, nel corso della riunione che si è tenuta a Palazzo Carafa tra tutte le associazioni firmatarie del patto locale contro la povertà e per l’inclusione sociale e l’amministrazione comunale.

L’incontro, al quale hanno preso parte oltre venti realtà associative attive sul territorio, si è reso necessario per fare il punto sui servizi e condividere le informazioni utili in vista dell’ondata di freddo che sta arrivando proprio in queste ore e che dovrebbe persistere sul Salento fino a domenica.

I ricoveri per la notte

Come per tutto il resto dell’anno sono disponibili 25 posti presso Masseria Ghermi, per raggiungere la quale un mezzo della Croce Rossa farà tappa presso la stazione ferroviaria di Lecce, ogni giorno alle 20.

Nel centro storico, precisamente in Corte Gaetano Stella, si trova la Fondazione Casa della Carità,  con 30 posti letto; in via Costadura, al civico 43/A, c’è la Casa San Vincenzo de’ Paoli, con 15 posti.

Inoltre il Servizio Gerico, attivo presso la parrocchia di San Massimiliano Kolbe, Via Pistoia, ha a disposizione 10 posti letto destinati  a tutti coloro che, in seguito ad un ricovero ospedaliero, presentano condizioni temporanee di non autosufficienza e necessitano di un periodo di convalescenza.

Le mense e i punti ristoro

Sono attive anche le mense diurne e i punti ristoro per la sera. Le prime si trovano presso Casa della Carità, Corte dei Rodii; suore Vincenziane, via Petraglione, al civico 23; “Mensa dei Poveri” della parrocchia Santa Maria delle Grazie in Santa Rosa, in viale Foscolo, al 29; mensa domenicale della parrocchia San Lazzaro, in via San Lazzaro, al civico 40; mensa domenicale della parrocchia San Giovanni Battista, in via Novara.

I punti ristoro serali si trovano presso la parrocchia della Cattedrale, in via Marco Basseo, numero 21; presso parrocchia di San Massimiliano Kolbe, nella zona 167/C, in via Pistoia; presso la parrocchia del Sacro Cuore, in viale Gallipoli al numero 45; presso la parrocchia di San Pio X, via Delle Anime, numero 32; presso la parrocchia di Sant'Antonio di Padova a Fulgenzio, Via Monte San Michele, 4.

Unità di strada di Croce Rossa Italiana

emergenzafreddoCri-2Solitamente attivo per tre giorni a settimana, sarà operativo 24 ore al giorno il servizio di unità di strada di Croce Rossa Italiana che si occupa della distribuzione di pasti caldi, coperte, farmaci di primo intervento, supporto medico e trasporto verso strutture sanitarie. Tutti coloro che sono a conoscenza di persone che dormono all'addiaccio o che sono impossibilitate a muoversi o che vivono situazioni di disagio economico e sociale e che sono in difficoltà possono contattare i volontari della Croce Rossa al numero 0832/333585 e gli operatori dello Sportello sociale ascolto aiuto di Croce Rossa Italiana al numero 334/6806232 (distribuzione indumenti pesanti e coperte).

I contatti della associazioni

Tutte le associazioni presenti all’incontro si sono messe a disposizione. I volontari dell'Associazione City Angels – rintracciabili al numero 388/3578273 - saranno operativi tutte le notti per la distribuzione di bevande calde e coperte. Per queste giornate di emergenza, l'associazione Cnis sarà a disposizione h/24 per il trasporto degli utenti presso le strutture di accoglienza notturna. Contatti: 339/7137529.

Sarà possibile segnalare situazioni di difficoltà – casi di persone o famiglie impossibilitate a muoversi, per ragioni di salute o altro – all'associazione Angeli di Quartiere contattando i volontari al numero 338/5886861. L'associazione Equoevento (389/9964343) – impegnata nel recupero delle eccedenze alimentari – si mette a disposizione di tutte le associazioni che distribuiscono pasti caldi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 “Abbiamo ritenuto opportuno – ha dichiarato l'assessore al Welfare Saverio Citraro -  incontrarci e condividere informazioni utili alle persone che in queste giornate fredde vivono momenti difficili e hanno perciò bisogno del supporto di ciascuno di noi. Invito ogni singolo cittadino a farsi sentinella sul territorio segnalando situazioni difficili, casi di persone ammalate, anziane, casi di famiglie che, pur non vivendo per strada, possono avere maggiori disagi. In questo caso, più che mai, si rende necessaria la collaborazione di tutti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento