rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Attualità Leuca / Viale Don Giovanni Minzoni

Disservizi allo sportello Anagrafe assistiti: parte esposto in Procura, Asl si scusa

Dopo gli episodi di mercoledì scorso negli uffici di via Don Minzoni, dove gli utenti si sono persino rivolti alla polizia, un nuovo fatto anche in mattinata. Questa volta parte la segnalazione, ma da via Miglietta assicurano misure per risolvere il disagio

LECCE – Altri scossoni nella vicenda dei disservizi presso lo sportello dell’Anagrafe assistiti della Asl di Lecce, negli uffici di via Don Minzoni. Dopo le proteste di cui vi avevamo parlato nei giorni scorsi, un esposto approda sulle scrivanie della Procura della Repubblica e intanto l’Azienda sanitaria si scusa con i cittadini e fa sapere che al più presto provvederà a efficientare i servizi. L'esposto è stato segnalato anche al questore leccese per l’ipotesi di reato inerente il mantenimento dell’ordine pubblico per via dei fatti accaduti l’11 maggio e altri, più recenti, nella mattinata di oggi sempre preso la sede dell’Ufficio per esenzione Ticket, scelta del medico curante e tessere sanitarie.

Dopo i disagi della scorsa settimana attorno alle 8,45 di questa mattina in sala attesa erano presenti circa cento utenti, in fila. L’ufficio fino alle 9,30 sarebbe peraltro rimasto chiuso. Un contesto di forte tensione dovuto alle procedure imposte e indicate su un cartello:  “Avviso – Si informa che, per carenza di personale, dal 10 maggio saranno rilasciati n. 60 numeri (a partire dalle ore 08,30), giovedi? pomeriggio 30 numeri (a partire dalle ore 15,30).

Ma i cittadini in attesa superavano di gran lunga il numero previsto per le pratiche già dal mattino presto. In ufficio è arrivata anche oggi una sola dipendente: dapprima impegnata a distribuire i sessanta biglietti numerati e immediatamente dopo per ricevere le istanze degli utenti allo sportello. Con tutta la buona volontà (e rapidità) dell’impiegata, tuttavia, una simile organizzazione non consente di espletare e soddisfare le richieste di tutti i presenti. In tanti sono costretti da giorni a tornare sul posto, chiedendo persino permessi o ferie al lavoro. Questa mattina, così come la scorsa settimana, è stato allertato il 113 per prevenire eventuali disordini. La direzione generale della Asl, intanto, ha fatto sapere tramite una nota di essersi messa al lavoro per risolvere i disservizi.

“L'Ufficio - che si occupa della scelta e revoca del medico, del rilascio della tessera sanitaria, dell'esenzione ticket per patologia, invalidità e reddito - era rimasto sguarnito per una concomitanza di diversi eventi avversi: la malattia di un dipendente, un malore improvviso di un altro operatore durante l'orario di servizio e l'assenza di un terzo per ferie pre pensionamento”, scrivono da via Miglietta. “La situazione critica, che ha creato disagi ai cittadini con cui ci scusiamo, è stata subito attenzionata dalla Direzione amministrativa che ha provveduto a disporre l'assegnazione provvisoria di personale (due unità) adeguatamente formato per fronteggiare l'emergenza venutasi a creare. Ha inoltre assegnato in via definitiva ulteriori due unità in corso di assunzione.  Si coglie l'occasione per ricordare che alcuni dei servizi effettuati dall'Ufficio anagrafe assistiti possono essere anche espletati on line attraverso il portale Puglia salute”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disservizi allo sportello Anagrafe assistiti: parte esposto in Procura, Asl si scusa

LeccePrima è in caricamento