Sabato, 19 Giugno 2021
Attualità Superstrada Brindisi - Lecce

Festa della Repubblica: corona d’alloro ai Caduti, in attesa dei riconoscimenti per 38 salentini

Si è svolta nella mattinata di oggi, in forma ristretta, la celebrazione del 75esimo anniversario della Repubblica Italiana. Presenti i rappresentanti locali delle istituzioni

Un momento delle celebrazioni.

LECCE – Si è tenuta nella mattinata di oggi, davanti ai rappresentanti locali delle istituzioni, la celebrazione del 2 giugno, la Festa della Repubblica italiana. Per il secondo anno una cerimonia piuttosto sobria e intima, in Piazza Italia a Lecce, nel rispetto delle misure di contenimento del contagio. Poco dopo le 10, l’inno nazionale e il consueto rito dell’alzabandiera

cerimonia dell’Alzabandiera, in memoria dei Caduti ai quali è stata dedicata la corona d’alloro apposta dalle forze dell’ordine. Ma la festa della Repubblica non termina con la giornata di oggi poiché, martedì 8 e mercoledì 9, si svolgerà anche la consegna delle onorificenze al merito della Repubblica conferite a 38 cittadini salentini che, con il loro operato, hanno dato lustro al Paese. In quelle giornate, sarà inoltre consegnata ai famigliari la medaglia d’oro per le vittime del terrorismo concessa all’alpino primo caporalmaggiore dell’Esercito Marco Pedone, di Patù, deceduto a soli 23 anni a Farah, Afghanistan, il 9 ottobre di undici anni addietro.

 “Ancora una volta, nonostante il rigore imposto dall’attuale momento storico”, evidenzia il prefetto Maria Rosa Trio, “la ricorrenza del 75esimo anniversario della Fondazione della Repubblica ricorda a tutti noi i valori fondanti di libertà, uguaglianza e democrazia che rappresentano l’imprescindibile fondamento su cui improntare l’azione delle Istituzioni e della società civile in questa delicata fase della storia della nostra Repubblica”, ha concluso.

L’elenco dei cittadini che riceveranno il prestigioso riconoscimento.

Diplomi di ufficiali: Enrico Giacomo Macrì; Pasquale Pennetta; Flavio Rizzo; Corrado Brigante; Giuseppe Parisi e Maria De Giovanni. Diplomi di  cavaliere per: Massimo Maruccio; Fernando Galati; Luigi Cazzato; Franco Cazzato; Mario De Iaco; Mario Bruno Papaleo; Carmine Leonardo; Franco De Giovanni; Santo Pasulo; Carmine Micocci; Davide Perrone; Nicolò Camarda; Annunziatino Specchia; Marcantonio Giuffrida; Carlo Sperti; Aldo Micocci; Ortensio Seclì; Maddalo Antonio Carecci; Antonio Nicoletti; Paolo Nichilo; Luigi Petrone, Giovanni Calò; Roberto Cambò; Domenico Indellicati; Tersigio Zezza; Salvatore Carrozzo; Mario Guagnano; Luigi Antonio Baldassarre; Tommaso Campa; Antonio Todisco; Maria Luce Trigari ed Egidio Leone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della Repubblica: corona d’alloro ai Caduti, in attesa dei riconoscimenti per 38 salentini

LeccePrima è in caricamento