Festa patronale, nel cuore della tradizione: primo atto, saluto al vescovo

Gran caldo, ma anche tanta curiosità dei turisti per il corteo che, accompagnato dalla banda e guidato dal sindaco di Lecce, si è recato in piazza Duomo e poi sui viali della festa

Il sindaco e il vescovo in piazza del Duomo.

LECCE - È iniziata con il saluto del sindaco e dell’amministrazione comunale al vescovo della città la festa patronale dedicata ai santi Oronzo, Giusto, Fortunato.

Dopo aver ascoltato l’inno nazionale suonato in piazza Sant’Oronzo dal Gran Concerto Bandistico Città di San Giorgio Jonico, il primo cittadino, Carlo Salvemini ha guidato il corteo fino a piazza Duomo dove, ad attenderlo, c’era monsignor Michele Seccia. Affettuoso il saluto tra i due. I musicisti hanno omaggiato il pastore della comunità leccese e poi il corteo si è mosso percorrendo le vie della festa, tra i commercianti ambulanti sistemati sui viali LLo Re, XXV luglio e Cavallotti e gli artigiani della fiera di Santa Lucia in via Trinchese.

Fatto rientro nella piazza centrale la banda ha poi eseguito un matinée nella cassa armonica a beneficio soprattutto dei turisti che, per nulla scoraggiati dal gran caldo, hanno apprezzato l’esibizione che richiama uno dei punti fermi delle feste patronali (un concerto è previsto anche in serata, dalle 22).

Alle 20 di questa sera è in programma la solenne processione cui seguirà il discorso di Seccia alla città. L’amministrazione comunale ha intanto ricevuto dai giostra cento blocchetti di biglietti omaggio per il luna park in zona stadio. Come avviene dal 2017 sono stati donati alla Casa della Carità, centro Volare Alto, Angeli di quartiere, Bimbulanza (cinque ciascuno); i restani sono stati distribuiti a don Attilio Mesagne della Caritas.

banda_vescovo-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga ed estorsioni, maxi operazione della polizia: 72 ordinanze

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Riti di affiliazione mafiosa e mire del clan su concerti e bische. "La Scu è ancora viva"

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

  • Covid-19, chi rientra dalle zone colpite deve comunicarlo ai sanitari

Torna su
LeccePrima è in caricamento