Accoglienza turistica: finanziate le proposte di otto comuni salentini

La Regione ha concesso contributi accogliendo 41 progetti: tra questi quelli di Nardò, Gallipoli, Otranto, Lecce, Specchia, Poggiardo e Melpignano

Turisti a Lecce (foto di archivio).

LECCE - Sono otto i progetti di potenziamento dell’accoglienza turistica finanziati dalla Regione Puglia per la provincia di Lecce, su un totale di 41 proposte ammesse. Al primo posto in assoluto Nardò, poi Otranto, Gallipoli e Ugento, rispettivamente al quinto, al sesto  e al settimo con 20mila euro ciascuno, il massimo finanziabile. Al 28esimo Specchia, al 33esimo Lecce, al 34esimo Poggiardo e al 39esimo Melpignano con importi da 15mila a 10mila euro.

Si tratta di contributi contenuti, ma comunque importanti se utilizzati al meglio, che intervengono in un settore nel quale le amministrazioni locali si dimostrano spesso molto lacunose e mentre il territorio salentino continua a viaggiare con il vento in poppa per quanto concerne il gradimento dei visitatori e la sua reputazione on line, dal punto di vista pratico i nodi da sciogliere sono ancora molti, a partire dall’accoglienza negli info-point, dalla qualità e accuratezza delle informazioni, dal materiale disponibile per visite ed escursioni.

“Abbiamo altre carte a nostra disposizione - ha spiegato l’assessore al Turismo del Comune di Nardò, Giulia Puglia - per presentare meglio e in modo più massiccio la destinazione Nardò alla crescente platea turistica nazionale e internazionale. L’obiettivo è migliorare l’idea che i visitatori hanno del territorio, dando loro la possibilità di individuarlo magari in fase di scelta della propria vacanza, poi naturalmente di sceglierlo e quindi di viverlo nel miglior modo possibile”.

“Sono orgoglioso di questo risultato che garantisce un surplus di qualità al servizio di accoglienza della nostra città. - ha dichiara l'assessore al Turismo del Comune di Gallipoli, Emanuele Piccinno -. Il progetto non riguarda solo l’apertura ordinaria e straordinaria della sede fisica bensì il rafforzamento dei servizi e delle attività nel centro storico. Degustazioni, percorsi e laboratori sono parte integrante della nostra idea di accoglienza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

Torna su
LeccePrima è in caricamento