"I fuochi d'artificio ci saranno". Il sindaco risponde alla richiesta di annullamento

Il consigliere di minoranza Attilio Monosi aveva chiesto l'eliminazione dal programma dello spettacolo pirotecnico in memoria delle vittime di Genova

Foto di repertorio: la foto è della festa del 2015.

LECCE – I fuochi d’artificio illumineranno la serata conclusiva della festa patronale. Non ci sarà alcun annullamento dello spettacolo pirotecnico, come pure richiesto da alcuni esponenti politici locali. Tra questi, il consigliere di minoranza ed ex assessore al Bilancio, Attilio Monosi, che ieri ha inoltrato al sindaco, Carlo Salvemini, una mail, dopo averlo sollecitato su Facebook ad eliminare i fuochi dal programma in memoria delle vittime del crollo del ponte a Genova.

Il primo cittadino, a stretto giro di social, ha spiegato perché non intende accogliere la richiesta: “Apprezzo lo spirito della sua richiesta di annullamento dello spettacolo pirotecnico del 26 agosto.  Ma, con Genova nel cuore, credo sia importante anche andare avanti come comunità, vivendo pienamente la tre giorni dedicata ai santi patroni, consapevoli che Lecce, così come tutto i Comuni d'Italia che hanno già aderito alla giornata di lutto nazionale il 18 agosto, è una città solidale, aperta, sensibile”.

Salvemini ha ricordato quanto avvenuto nei giorni scorsi “Sabato 18 agosto il Comune di Lecce ha partecipato alla giornata di lutto nazionale – ha scritto Salvemini -. In maniera composta la comunità leccese ha commemorato quanti hanno perso la vita osservando, su mio invito, un minuto di silenzio alle ore 11.30, annullando la trasmissione del tradizionale brano di Tito Schipa alle 12 in piazza Sant'Oronzo, chiedendo agli organizzatori di manifestazioni in città di dedicare un minuto di silenzio prima dell'inizio di ogni attività.  Già dal giorno dopo la tragedia le bandiere sono state esposte a mezz'asta su Palazzo Carafa. Con questi gesti simbolici, conseguenti alla dichiarazione del lutto nazionale da parte del Governo, la nostra comunità si è sentita parte, nel contesto del cordoglio nazionale, di un momento di commozione che ha coinvolto tutti indistintamente”.

Poi il primo cittadino ha spiegato il significato che ai suoi occhi assume la festa patronale: “In tutte le sue componenti, è un momento al quale assegniamo l'indispensabile funzione di rinsaldare i legami tra i cittadini. I tradizionali fuochi d'artificio saranno il momento conclusivo di una tre giorni di festa che prevede un ricco programma condiviso con la Curia e comunicato alla città pochi insieme a sua eccellenza Michele Seccia. Comprende celebrazioni religiose, spettacoli musicali, fiere, Luna Park, momenti di riflessione alternati a momenti ludici.  La nostra comunità ha bisogno di questi giorni per riscoprirsi unita attorno a una tradizione che abbiamo voluto quest'anno riscoprire appieno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il fatto che sia stato scelto un social come terreno di comunicazione ha fattò sì che ci fossero i più disparati commenti: e se c'è chi ricorda al sindaco che i fuochi sono oramai un intrattenimento superato e potenzialmente dannoso per ambiente e animali, altri chiedono a Monosi perché commemorare le vittime di Genova e non quelle della piena del torrente nel Parco del Pollino, tra l'altro episodio verificatosi due giorni addietro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Nessuno stupro a Gallipoli: falso allarme, i due appartati prima del collasso

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento