Galugnano apre porte al “Polo della Cultura”. Sarà sede dell’Accademia di belle arti

Stasera la presentazione della nuova sede distaccata nell’immobile dell’ex edificio scolastico con la presenza del filosofo Marco Senaldi. A settembre l’inaugurazione ufficiale

La nuova sede distaccata dell'Accademia a Galugnano

SAN DONATO - Si presenta questa sera, a partire dalle 19,30, in quel di Galugnano  il nuovo “Polo delle Arti e della Cultura” fortemente voluto dall’amministrazione del Comune di San Donato e che ospiterà la nuova sede distaccata dell’Accademia di Belle Arti di Lecce. Protagonista della serata ed ospite sarà il filosofo e teorico d’arte contemporanea, Marco Senaldi. L’inaugurazione vera e propria del polo artistico avverrà invece nel mese di settembre.

Una vera e propria “rivoluzione copernicana” quella in corso negli ultimi anni nella città di San Donato che,  partendo dal recupero di aree periferiche e siti di interesse storico- artistico e culturale dismessi, fa da motore propulsore per lo sviluppo sociale, economico e culturale del paese. Il titolo di “Città d’Arte” prima e l’istituzione del Parco dello sport, musica e cultura, poi, rappresentano un corollario perfetto per il salto di qualità. Ora è Galugnano che si appresta a divenire una piccola città accademica. 

Nel dicembre scorso un importante accordo, siglato tra il Comune con l’Accademia di Belle Arti di Lecce per l’istituzione del Polo delle Arti e della Cultura a Galugnano, ha dato ulteriore slancio al centro salentino, proiettandolo, dunque, nel circuito dell’alta formazione artistica e musicale. A seguire, una propedeutica opera di riqualificazione di un ex edificio scolastico in via San Michele, portata avanti grazie alle risorse intercettate con un finanziamento pubblico, ha permesso di riqualificare e rendere fruibili e vivibili gli ambienti, restituendo, nel contempo, alla città, un immobile di pregio.

“Era tutto pronto da marzo per l’avvio del progetto, ma l’improvvisa emergenza socio-sanitaria da Covid ha generato un black out senza precedenti nel sistema socio-economico e culturale del nostro Paese” spiega il sindaco Alessandro Quarta, “la nostra città, in un momento storico difficile, ha dato prova di grande coraggio e sensibilità e, finalmente, dopo un tempo sospeso, che ha paralizzato il mondo intero, ritorniamo, con l’ottimismo che ci caratterizza, a dare concretezza ai nostri progetti, messi, inevitabilmente, in stand by negli ultimi mesi. Diamo vita, ancora una volta, ad un nuovo ed entusiasmante progetto che vedrà la nostra città protagonista attiva”.

Un nuovo modello didattico ed una forte componente di ricerca e sperimentazione: è questo l’obiettivo del nuovo “campus accademico” progettato presso la sede distaccata dell’Accademia delle belle arti di Lecce, nella frazione di Galugnano del comune di San Donato di Lecce. Dopo il rinvio delle attività didattiche a causa della pandemia da Covid19, il biennio specialistico di pittura tenuto dal professor Marco Neri si appresta a partire con la missione di costruire un polo di eccellenza sulla pittura (e non solo) e un centro di condivisione della produzione artistica e culturale tra docenti, studenti e visiting professors internazionali.

Dal protocollo d’intesa sottoscritto tra il direttore dell’accademia, Andrea Rollo, ed il primo cittadino di San Donato, l’edificio un tempo destinato alla scuola elementare è stato destinato ad accogliere le attività accademiche in seguito ad un attento recupero delle aule, rese funzionali alla didattica: dall'illuminazione agli arredi, dagli allestimenti ai servizi. Galugnano, già fregiata del titolo di “Città d'Arte”, diventa così un centro propulsore dell’attività artistica in grado di produrre formazione ma anche di ospitare mostre, residenze d'artista e specialisti del settore. 

A tale principio risponde la serata di presentazione del progetto che vedrà ospite Marco Senaldi, filosofo e saggista, nonché autore di programmi televisivi dedicati all'arte, come recentemente su Rai5, ed autore del saggio “Duchamp. La scienza dell'arte”, di recente pubblicazione, che è già stato definito “miglior libro dell'anno” dalla rivista d’arte Artribune. A discutere con l’autore, saranno presenti i docenti dell’accademia leccese, Tommaso Ariemma (filosofo e autore di diversi saggi sul rapporto tra filosofia e mass media, docente di Estetica), Roberto Lacarbonara (critico d'arte e saggista, docente di Storia dell'Arte contemporanea) e Marco Neri (artista e docente di Pittura del biennio specialistico).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, aumentano i tamponi. Sono 611 i nuovi positivi e quindici i contagi nel Leccese

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

  • La ministra dell'Istruzione boccia Emiliano: "La Puglia riapra le scuole"

  • Il virus avanza in Puglia, Lopalco: “Si delinea uno scenario preoccupante”

  • Schianto con la volante dopo la fuga per evitare il controllo: due arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento