rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Consiglio di Stato

Gara per la fogna bianca, conferma in appello: nuova valutazione delle offerte

Anche per la Quinta Sezione del Consiglio di Stato, l'aggiudicazione da parte del Comune di Galatone è meritevole di annullamento. Contestati i criteri della commissione e l'attribuzione dei punteggi

GALATONE - Il Comune di Galatone deve procedere a una nuova valutazione nell'ambito della gara, per un importo di 1 milione di euro, indetta nel 2019 per il potenziamento della fogna bianca. La Quinta Sezione del Consiglio di Stato, infatti, ha confermato l'annullamento della prima aggiudicazione, accogliendo le tesi esposte dall'avvocato Luigi Quinto che ha difeso il Consorzio Fenix di Bologna, che si era classificato al secondo posto. Già il Tar Puglia si era pronunciato nella stessa direzione.

Dopo la presentazione del ricorso che ha aperto il contenzioso in primo grado, l'ente comunale aveva proceduto alla convalida degli atti nel tentativo di porre rimedio alle contestazioni subite. I giudici di appello da una parte hanno messo in evidenza un profilo di illegittimità della procedura di convalida, dall'altro hanno ribadito l'erroneità delle valutazioni delle commissione rispetto alle offerte presentate dai partecipanti. Ad aggiudicarsi la gara era stata la Ipc di Veglie.

Nella sentenza della Quinta Sezione, pubblicata ieri, si rileva come “l’esame delle offerte tecniche della società aggiudicataria e della società consortile ricorrente e l’attribuzione dei relativi punteggi siano avvenuti in modo illogico ed irragionevole e comunque sicuramente erroneo, ed abbiano avuto l’effetto di penalizzare ingiustamente quest’ultima”. Ora l'amministrazione galatonese è chiamata a eseguire in tempi brevi la sentenza anche per non incorrere nella perdita del finanziamento regionale per un'opera pubblica importante per il corretto deflusso delle acque piovane, in modo da scongiurare allagamenti sul territorio urbano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gara per la fogna bianca, conferma in appello: nuova valutazione delle offerte

LeccePrima è in caricamento