Gazzetta del Mezzogiorno a rischio liquidazione. Uil chiede un aiuto per i giornalisti

Il segretario Giannetto esprime la sua solidarietà ai lavoratori: “Dobbiamo fare rumore, serve l’intervento del governo per tutelare i posti di lavoro e il futuro della testata”

In foto: il segretario Uil Lecce, Giannetto

LECCE – Il quotidiano storico “La Gazzetta del Mezzogiorno” rischia di essere messo in liquidazione. Almeno questa è l'intenzione annunciata dal suo editore.

La Uil di Lecce ha voluto esprimere la propria solidarietà a tutti i redattori e ai lavoratori messi in ginocchio da questa crisi che rischia di avere un triste epilogo.

“Apprendiamo la decisione con rabbia e profondo rammarico che apprendiamo la decisione annunciata dall'editore della Gazzetta del Mezzogiorno di voler mettere in liquidazione la società editrice del quotidiano. A tutti i giornalisti e i lavoratori della storica testata pugliese, in particolare alla redazione di Lecce guidata da Gianfranco Lattante, voglio esprimere solidarietà e vicinanza: siamo con voi, pronti a sostenervi anche nelle sedi istituzionali”, ha dichiarato il segretario Salvatore Giannetto.
 
“Non possiamo lasciare morire in silenzio – ha proseguito - un colosso dell’informazione come La Gazzetta del Mezzogiorno, un baluardo di democrazia e libertà irrinunciabile per il nostro territorio, che va tutelato con ogni mezzo. Alla famiglia Ciancio chiediamo di tornare sui suoi passi, giacché a gran voce ha reclamato la restituzione della proprietà della testata”.

Uil ha chiesto alle istituzioni locali e al governo un intervento urgente, che possa scongiurare un destino beffardo per il giornale che da 135 anni dà voce e rappresenta le istanze di tutti i pugliesi e i lucani.

“Non possiamo e non vogliamo rimanere spettatori silenti dinanzi a questo naufragio: dobbiamo fare rumore – ha aggiunto il sindacalista -. Il nostro auspicio è che la classe imprenditoriale di Puglia e Basilicata si faccia avanti, anche tramite cordata, ma è tempo che sia il governo ad occuparsi di questa complicata vicenda che rischia di far saltare centinaia di posti di lavoro. Un’emergenza nell’emergenza, che richiede attenzione immediata sui tavoli romani. Perché la Gazzetta è bene di tutti e tutti dobbiamo impegnarci al massimo per difenderlo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento