I terremotati ricevono 400 pacchi donati dai leccesi: la generosità ha fatto centro

Il gruppo di volontari che ha raccolto cibo e indumenti è riuscito a consegnarli agli albanesi colpiti dal sisma: "Abbiamo scaldato il cuore di famiglie rimaste senza casa"

LECCE – Hanno raccolto 400 pacchi da destinare ai terremotati dell'Albania in una manciata di ore.

L'iniziativa solidale lanciata dal caporeparto dei vigili del fuoco di Lecce, Corrado Montefusco, da Francesco Baldieri, proprietario dell'omonimo bar e da Antonio Antonica, un professionista che lavora a Tirana, ha riscosso un successo forse insperato.

Il 28 novembre, insieme ad una squadra di volontari, si sono dati appuntamento davanti al caffè Baldieri, sotto la galleria Mazzini, per ricevere indumenti, cibo e farmaci da destinare ai “fratelli” colpiti dal sisma che ha fatto tremare forte la terra per ben due volte, lasciando molta gente per strada, senza un tetto caldo dove ripararsi e senza più nulla.

I leccesi hanno dimostrato la loro generosità portando ciò che avevano in casa, animando un via vai incessante. Al punto che sabato 29 novembre, a metà mattina, i volontari avevano già riempito e sistemato centinaia di pacchi e hanno dovuto bloccare il flusso delle offerte di beneficenza.

Video | L'imbarco e la distribuzione di generi

La sera stessa si sono imbarcati alla volta dell'Albania, usufruendo di un viaggio gratuito, andata e ritorno, offerto dal proprietario della nave. Ed hanno consegnato i proventi della raccolta.

I giovani volontari che si sono occupati di smistare gli indumenti e i generi alimentari, Francesco Baldieri, Klara Hitaj, Giorgia Montinaro, Francesca Perrone, Francesca ciardo, Amanda dibra, Maicol de vitis, Tony e Jonathan Castelluzzo si sono mantenuti in stretto contatto con i ragazzi albanesi che intanto aspettavano l’aiuto del piccolo gruppo partito da Lecce.

albania 3-3Hanno così completato la missione e riscaldato il cuore di intere famiglie rimaste senza casa. Altri pacchi sono pronti a partire appena possibile.  Insieme a questa iniziativa, infatti, in città ma anche nel resto del Salento ne sono state lanciate altre, con il medesimo fine di aiutare le popolazioni colpite dal sisma.

I sostenitori dell'iniziativa hanno tenuto a ringraziare Quarta caffè, farmacia Migali, Camer petroleum Europa srl San Pietro Vernotico, Supermac supermercati, Conversano srl carburante & gas Arnesano, Farmacia Pierri Noicattaro, Farmacia Maggiore di Cavallino, l'associazione Angeli di quartiere, Decathlon, Traghetti Prince, Traghetti Adria.

“La loro generosità e l'aiuto finanziario che hanno offerto ci hanno permesso di centrare questo importate obiettivo”, hanno dichiarato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro fra auto e bici, un volo di 10 metri. Muore infermiera 32enne

  • Cade dal cestello durante la potatura degli alberi. Muore operaio di 49anni

  • Investito da un’auto cade in un burrone profondo otto metri: giovane in Rianimazione

  • Assunzioni in Sanitaservice: pubblicato il bando per 159 posti

  • "Mi sta picchiando". Viene fermato due volte poco prima dell'alba e arrestato

  • In un casolare un fucile con matricola abrasa, cocaina ed eroina: 25enne in arresto

Torna su
LeccePrima è in caricamento