menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
il tratto di costa franato

il tratto di costa franato

Il costone continua a sfaldarsi, pericolo e divieti della capitaneria

Sopralluogo in località San Leonardo, a ridosso della darsena di via Fiume: rilevata la situazione di criticità idrogeologica e lo smottamento del tratto roccioso. Provvedimento anche a tutela del cantiere nautico

GALLIPOLI - La fragilità del litorale gallipolino lungo il costone di San Leonardo, a ridosso del tratto costiero della vecchia distilleria e di via Fiume, è stato nuovamente colpito da frane e smottamenti, e torna in auge il pericolo nella zona anche per la presenza antropizzata di canteri e darsene nautiche. La situazione, pur sotto controllo, è stata attenzionata già da qualche settimana, e sono stati anche già emessi i relativi provvedimenti a scopo cautelativo e per scongiurare situazioni di pericolo.

A seguito di ripetute  segnalazioni il personale della capitaneria di porto di Gallipoli, su indicazione del comandante Enrico Macrì, ha effettuato un accurato sopralluogo nella zona rilevando il cedimento di un costone roccioso ricadente lungo il litorale nord, in località San Leonardo, e precisamente, a ridosso dello specchio acqueo della “Darsena Riva Levante”dove opera la ditta Nautica De Santis.

Le verifiche, che seguono quelle rituali che il corpo della guardia costiera compie lungo tutto il tratto costiero del compartimento marittimo di competenza, hanno portato ad evidenziare, come da verbale, che “lo specchio acqueo individuato e fino ad una distanza di 15 metri dalla costa rocciosa ivi esistente è attualmente interessato da fenomeni di dissesto idrogeologico e movimenti franosi”. Diverse anche le segnalazioni dei residenti e del gruppo locale del movimento pentastellato “Gallipoli cinque stelle” che hanno posto la questione all’attenzione pubblica.

Una situazione comunque sotto controllo, ma che ha portato già da qualche giorno alla disposizione di una ordinanza da parte dell’autorità marittima per scongiurare pericoli, anche solo potenziali, che potrebbero insorgere proprio a causa della situazione di criticità di dissesto idrogeologico e movimenti franosi di quel tratto costiero che, per altro, è attiguo ad un’area già classificata nell’ambito dell’aggiornamento del Pai, il piano di assetto idrogeologico dell’Autorità di Bacino regionale, come ad elevata pericolosità geomorfologica (Pg2).

L’ordinanza, firmata dal comandante Enrico Macrì, dispone come da prassi, il divieto della navigazione, la sosta, l’ormeggio e l’ancoraggio di tutte le unità navali in genere, la balneazione, la pesca professionale o sportiva con qualunque tecnica nonché l’attività subacquea e di superficie professionale o ludico sportiva. La situazione di fatto è stata comunicata anche al Comune che dovrà provvedere ad impedire l’accesso ai tratti di costa interessati ed installare e mantenere la relativa cartellonistica di indicazione del pericolo.

Alla ditta Nautica De Santis, che sulla base della relativa concessione demaniale opera nello specchio acqueo prospiciente il costone roccioso, è stato disposto di interdire il libero accesso al pontile presente nelle immediate vicinanze e di far rimuovere tutte le unità ormeggiate al suo interno, nonché ad adottare ogni ulteriore provvedimento necessario a scongiurare possibili situazione di pericolo o danno, dando comunicazione alla stessa capitaneria di porto e al Comune di Gallipoli di tutte le azioni intraprese al riguardo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento