Il generale Fischione in visita al comando dei carabinieri e in procura

L’alto ufficiale accolto dal comandante provinciale Dembech ha incontrato i militari dell’Arma e tenuto un briefing operativo. Visita anche in tribunale e con il prefetto

LECCE - Ancora una visita d’onore e cortesia per i militari dell’Arma del comando provinciale di Lecce che nella giornata di mercoledì hanno ospitato il generale di corpo d'Armata, Adolfo Fischione, comandante interregionale carabinieri "Ogaden" di Napoli. L’alto ufficiale, al vertice delle legioni territoriali dei carabinieri del Centro Sud (per le regioni Campania, Puglia, Basilicata, Abruzzo e Molise), ha avuto diversi incontri istituzionali anche con il prefetto, il presidente della Corte d’Appello, il procuratore generale, il presidente del Tribunale ed il procuratore capo.

Presso il comando di via Lupiae il generale è stato ricevuto dal comandante provinciale, il colonnello Paolo Dembech, dagli ufficiali del Reparto operativo e della sede, dagli ufficiali comandanti dei reparti territoriali, nonché da una rappresentanza dei comandanti di stazione e dei militari in servizio nella provincia e dai delegati della rappresentanza militare.

Nel suo discorso di saluto il generale Fischione ha espresso ai militari il proprio apprezzamento per “la quotidiana e tangibile attività svolta, lo straordinario impegno e la dedizione profusa nelle attività di controllo del territorio e di contrasto ad ogni forma di criminalità”. Ha poi sottolineato i valori e la disponibilità che animano gli uomini dell'Arma nella loro quotidiana missione al servizio della gente e l'importanza dei comandi stazione, autentico presidio di legalità e modo per assicurare ai cittadini una sempre più attenta e puntuale risposta alle esigenze di sicurezza.

In una riunione info-operativa il generale ha poi analizzato le principali problematiche della provincia sotto il profilo della sicurezza e dell’ordine pubblico ed i fenomeni socio-economici della provincia. Si è poi soffermato sulle varie tematiche afferenti il personale. Fischione si è infine complimentato con i carabinieri del Nucleo investigativo del reparto operativo, della compagnia di Lecce e della sezione anticrimine per il brillante risultato investigativo raggiunto che ha portato, nella serata di lunedì 28 settembre, ad eseguire il fermo del giovane 21enne ritenuto responsabile del duplice omicidio di Daniele De Santis ed Eleonora Manta che ha scosso gli animi dell’opinione pubblica locale e nazionale.

La visita istituzionale, dopo l’incontro presso il comando e con i militari dell’Arma, è proseguita  anche in prefettura dove il generale ha incontrato il prefetto Maria Rosa Trio e successivamente al palazzo di giustizia, dove ha incontrato il presidente della corte d’Appello, Lanfranco Vetrone, il procuratore generale, Antonio Maruccia, il presidente del tribunale, Roberto Tanisi e il procuratore capo della repubblica, Leonardo Leone De Castris. Il tour si concluso con la visita pomeridiana  presso la compagnia di Gallipoli dove è stato ricevuto dal nuovo comandante, il capitano Beatrice Casamassa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento