Il salentino Scordella fra i nuove segretari nazionali del sindacato Coisp

Le congratulazioni degli iscritti e l'impegno assunto per portare avanti la voce dei poliziotti sui più svariati temi

ROMA – Salentino, già dirigente nazionale della Consap, Giuliano Scordella è stato nominato in questi giorni tra i nuovi segretari nazionali del Coisp,  Coordinamento per l'indipendenza sindacale delle forze di polizia. A Scordella arrivano le congratulazioni, fra l’altro, della segreteria regionale del sindacato “per l’assunzione di questa onerosa e impegnativa responsabilità in seno ai quadri dirigenziali”.

Scordella, nell’ambiente, è riconosciuto per doti quali “impegno , serietà e professionalità”. Per gli iscritti del Coisp, dunque, “rappresenta un valore aggiunto alla nostra quotidiana attività di salvaguardia dei diritti dei poliziotti”.  Garantiti nei suoi confronti “completo appoggio e piena collaborazione, considerata l'alta stima che abbiamo in lui come persona, come poliziotto e come sindacalista”.

Per anni Scordella s’è distinto nell’attività sindacale all’interno della Consap, “sempre fianco a fianco con colleghi dalle problematiche più disparate” e la stima verso di lui è stata sempre trasversale. Gli viene simpaticamente criticata l’umiltà nei modi, tanto che di lui dicono: “Non ammetterà mai tutti i nostri elogi , anzi ne sminuirebbe la portata”. Entrato nel Coisp, è stato accolto da subito con piena fiducia nei suoi mezzi e nelle sue capacità.

“Grazie di avermi dato la possibilità di lavorare con voi e per voi – ha dichiarato il neoeletto segretario -, abbiamo davanti tanto lavoro da fare. Ci metteranno i bastoni tra le ruote e faranno di tutto per metterci in difficoltà, ma a testa alta ne usciremo sempre vittoriosi ad una condizione: la dialettica del confronto ci deve essere, ma la sintesi sia sempre la compattezza”.

Risale a mercoledì 29 agosto scorso l’ultima riunione nazionale del Coisp, presso un hotel di Roma, dove s’è discusso della posizione del sindacato rispetto a temi quali contratto di lavoro, riordino delle carriere ed esigenza di apportare correttivi, carenza di organico e mezzi in tutta Italia.

E’ stato nell’occasione che il segretario generale, Domenico Pianese, ha ricordato l’importanza dell’ingresso in squadra di Giuliano Scordella, oltre che di ben tre segretari nazionali, sempre della Consap, ovvero Stefano Spagnoli, Gianni Valeri e Raffaele Tavano. Evidenziando come, in seguito a questi ingressi, diverse segreterie provinciali della Consap stiano migrando verso il Coisp, con tutti i loro iscritti.

Unanime condivisione ha infine ricevuto la proposta della segreteria nazionale di integrare alcuni organismi statutari del sindacato così da conferire loro maggiore forza. È stata pertanto votata favorevolmente la creazione del Coordinamento nazionale del personale appartenente al ruolo tecnico-scientifico, la cui responsabilità è stata affidata a Gianni Valeri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Loris Frison, Luigi Fusco, Filippo Micalizi, Emilio Musacchio, Maurizio Natalizio, Francesco Roselli e Antonio Tomeo, sono stati eletti componenti del direttivo nazionale. Nicolò Di Maria, Giuliano Scordella e Stefano Spagnoli, segretari nazionali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Il lusso targato Renè de Picciotto: dal lido di Savelletri alla terrazza pensile di Lecce

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Covid-19, balzo al 6,5 per cento dei nuovi infetti: sono 350 in Puglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento