rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Attualità

Impianto per biometano e compost, integrazioni sulle emissioni di odori

Si è aperta la conferenza dei servizi per il progetto di MetApulia Srl che interessa la zona industriale di Lecce. Assenti Regione Puglia e Ager

LECCE – Si è aperta questa mattina la conferenza dei servizi per il progetto di un impianto per la produzione di biometano e compost dalla frazione organica dei rifiuti, localizzato nella zona industriale di Lecce. 

Presenti al tavolo le amministrazioni interessate, quella del capoluogo e quella di Surbo (con il commissario prefettizio), la Provincia di Lecce, Asl, Arpa e alcune associazioni, tra cui Isde (Medici per l’ambiente) che ha già chiesto chiaramente il rilascio di un parere negativo, trovando una risposta in sei punti del soggetto proponente, MetApulia Srl che da anni insiste sulla bontà della propria proposta.

Erano assenti invece la Regione Puglia e l’Agenzia regionale per i rifiuti, pure interlocutori di primissimo piano in una questione che interseca nettamente il nodo irrisolto del ciclo dei rifiuti. Durante l’incontro sono state chieste alla società alcune integrazioni: la principale riguarda l’impatto delle emissioni odorigene, considerando la vicinanza dell’impianto al centro urbano di Surbo. La società, convinta della sostenibilità della propria proposta, si è impegnata a fornire un nuovo studio sulla base di modelli allargati a nuove variabili.

Una volta distribuito il verbale dell’incontro odierno, ci sarà un lasso di tempo per fornire le integrazioni richieste e quindi sarà fissata una nuova seduta della conferenza dei servizi che vedrà anche la partecipazione di Acquedotto Pugliese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianto per biometano e compost, integrazioni sulle emissioni di odori

LeccePrima è in caricamento