rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
La Provincia si esprimerà sulla Via / Sogliano Cavour

Impianto fotovoltaico in contrada “Pirazzo”: cresce il dissenso, no compatto dal consiglio

Dopo le osservazioni di Italia Nostra e del comitato dei tecnici anche l’assise comunale ha espresso la sua contrarietà alla realizzazione del nuovo parco energetico nelle campagne tra Sogliano e Cutrofiano della potenza di 13,739 megawatt

SOGLIANO CAVOUR - Dopo le osservazioni dettagliate della sezione leccese di Italia Nostra, cresce il fronte del dissenso nei territori rurali di Sogliano Cavour, e in parte di Cutrofiano, dove è prevista la realizzazione di un nuovo parco fotovoltaico della potenza nominale di 13,739 mega watt nella valle denominata “Scarpa-Santa Cesarea-Pirazzo”.

Anche il consiglio comunale di Sogliano, la scorsa settimana, ha espresso e motivato, all’unanimità, il voto contrario al nuovo insediamento energetico proposto dalla società lombarda San Giorgio Energia srl che ricadrebbe nelle campagne di Sogliano e in parte minima interesserebbe anche un’area al confine con Cutrofiano.

Il voto espresso nell’assise comunale è supportato anche dai pareri espressi dall’Ambito territoriale di caccia della provincia di Lecce, dalle associazioni ambientaliste e dal Comitato tecnico soglianese.      

“Motiviamo il nostro dissenso con l’intendimento primario di tutelare il territorio da forme di devastazione ambientale e paesaggistico” ha spiegato il sindaco di Sogliano Cavour, Giovanni Casarano esprimendo l’intendimento dell’intera amministrazione comunale, “invitiamo dunque l’amministrazione provinciale, per quanto di sua competenza, a tenere in debita considerazione la volontà di questa amministrazione suffragata da evidenti e macroscopiche ragioni di natura tecnica, giuridica ed amministrativa, come esplicitate nella deliberazione che abbiamo approvato oltre che in tutti i documenti richiamati”.

Pptr

Il Servizio tutela ambientale e transizione ecologica della Provincia di Lecce, in qualità di autorità competente alla verifica di assoggettabilità alla Via (valutazione d’impatto ambientale) già dal mese scorso ha comunicato ai Comuni di Galatina, Cutrofiano, Sogliano Cavour e ad altri soggetti coinvolti, l'avvenuta pubblicazione della documentazione che riguardano le opere per la  realizzazione dell’impianto fotovoltaico e delle relative opere di trasporto e cessione dell’energia prodotta.

Sul giudizio finale del progetto della San Giorgio Energia pesano i pareri espressi da Italia Nostra e dal comitato dei tecnici soglianesi, recepiti anche dal consiglio comunale, che ritengono il nuovo insediamento “una grave compromissione degli aspetti storici, antropologici, faunistici ed ambientali dei luoghi, in contrasto con le previsioni della pianificazione comunale vigente del Prg, con le previsioni del Piano paesaggistico territoriale e con le prescrizioni del piano di assetto idrogeologico”.

In sintesi l’area in questione, nella valle di circa 30 ettari complessivi di estensione, compreso il bosco Caracciolo o Pineta piccola, viene considerata non idonea per la realizzazione dell’impianto energetico.    

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianto fotovoltaico in contrada “Pirazzo”: cresce il dissenso, no compatto dal consiglio

LeccePrima è in caricamento