Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Covid, dall'incidenza ancora segnali di ripartenza. Vaccini per i turisti

Il dato della provincia di Lecce già da giorni mette in evidenza un aumento di nuovi casi. Chi soggiorna in Puglia per almeno due settimane può richiedere di ricevere la seconda dose mentre è in vacanza

LECCE - Nell'ultima settimana i in provincia di Lecce sono stati registrati 91 nuovi casi di Covid (12 ogni 100mila abitanti), più del doppio di quelli riscontrati nella precedente. Si conferma così un trend emerso già da qualche giorno e cioè una ripresa della circolazione virale: in altre parole la discesa costante e abbastanza rapida della curva epidemica, osservata fino a tempi recentissimi, è arrivata al punto di rimbalzo.

Lo scenario futuro prossimo è quindi quello di una risalita, anche se la percezione di questo fenomeno cambia a seconda del contesto perché la dinamica del contagio non è ovunque la stessa. In ambito regionale, per esempio, la frenata è ancora tangibile: 264 nuove diagnosi negli ultimi sette giorni, 365 in quella precedente. Questa differenza di velocità è suggerita anche dal bollettino epidemiologico odierno, con 9 casi su 15 complessivi riferiti alla provincia di Lecce.

Le zone a maggiore densità turistica sono quelle da tenere maggiormente sotto osservazione perché più probabili sono le occasioni di trasmissione, favorite anche dalla maggiore contagiosnità della variante Delta. Si ricorda che il valore dell'incidenza oltre il quale si ritiene che il sistema di tracciamento dei casi possa andare in sofferenza è pari a 50: per il momento dunque non ci sono segnali di preoccupazione.

Leggi il bollettino del 5 luglio

Nelle prossime settimane e ancor più in autunno si potrà quindi valutare l'impatto della campagna vaccinale: l'obiettivo è tenere assai basso il livello di mortalità e di ospedalizzazione anche se il numero dei casi dovesse riprendere quote numericamente consistenti. Attualmente i ricoverati nei reparti Covid sono 117.

Seconda dose per i turisti

Intanto coloro i quali, provenienti da altre regioni italiane, si fermano per almeno due settimane in Puglia possono richiedere la somministrazione della seconda dose del vaccino. L'adesione avviene tramite il portale "La Puglia ti vaccina": spetterà alla Asl di competenza mettersi in contatto con la persona interessata, la quale dovrà esibire l'attestazione della prima dose con le indicazioni della data e del tipo di vaccino ricevuto nella regione di residenza. 

Per quanto riguarda l'aggiornamento della campagna vaccinale, secondo i dati alle 6 del mattino, sono state circa 5mila le dosi somministrate in provincia di Lecce, così distribuite: 517 nella Struttura Operativa Territoriale della Protezione Civile di Campi Salentina, 453 nel Complesso Euroitalia di Casarano, 568 nel Pta di Gagliano del Capo, 329 nel Centro Polivalente Comunale di Galatina, 198 nel Poliambulatorio del Distretto di Galatina, 291 nella Palestra del Liceo Scienze Umane “Q. Ennio” di Gallipoli, 463 nel Palazzetto dello Sport di Lecce, 413 nel Museo Sigismondo Castromediano di Lecce, 390 nella Caserma Zappalà di Lecce, 242 nell'edificio Comunale “Mercato delle Idee” di Muro Leccese, 374 nella Rssa comunale di Martano, 581 nello Stabile Zona Industriale di Nardò, 279 nel Centro Aggregazione Giovanile di Spongano, 126 nelle scuole del Distretto di Casarano, 59 dai Medici di medicina generale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, dall'incidenza ancora segnali di ripartenza. Vaccini per i turisti

LeccePrima è in caricamento