rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Il bollettino del 2 dicembre

Incidenza di nuovi casi di infezione da Sars Cov2 prossima al valore soglia

Dopo i 50 ogni 100mila abitanti si ritiene difficoltoso per il sistema di sorveglianza il tracciamento delle catene di contagio. Per quanto riguarda il dato dei ricoveri per Covid c'è ancora un margine notevole

LECCE - Sono 47 ogni 100mila abitanti, tanto nell'intera Puglia quanto in provincia di Lecce, i nuovi casi di infezione da Sars Cov2 su base settimanale.

L'incidenza è dunque in aumento, rispetto al dato di una settimana addietro, del 23 percento: questo parametro è importante perché è uno di quelli cui guarda la cabina di regia per determinare la collocazione delle regioni nelle varie categorie di rischio (attualmente il solo Friuli Venezia Giulia è in zona gialla). Il numero dei ricoverati per complicanze da Covid, che è l'altro sostanziale indicatore cui si guarda, non desta al momento preoccupazione e dunque, almeno a breve scadenza, non sono ipotizzabili variazioni per quanto riguarda la Puglia. 

Il bollettino epidemiologico odierno riferisce di 305 test risultati positivi, per un totale 4.250 casi attuali di infezione. Il dato complessivo dei guariti registra invece un incremento di 170 unità. I pazienti nei reparti Covid sono 152 (giovedì scorso ne risultavano 162), di cui 21 in terapia intensiva. Tre sono i decessi registrati. Nel Leccese i nuovi positivi sono 76. 

Aggiornamento vaccini e prenotazioni

Aumentano in tutta la Puglia le prenotazioni dei vaccini anti-covid. Nella giornata di ieri sono state registrate oltre 55mila prenotazioni. La media totale settimanale è passata quindi da 6.810 al giorno, dato registrato dal 15 al 21 novembre scorsi a 18.324 al giorno, tra il 22 e il 28 novembre, e ancora a 42.552 al giorno negli ultimi tre giorni.

In provincia di Lecce, nella giornata di ieri, sono state 8.104 le nuove somministrazioni (di cui 6.779 terze dosi) e 645 hanno interessato docenti e personale delle scuole.

Novità intanto, a partire da lunedì 6 dicembre, sul versante delle prenotazioni. Dalla prossima settimana la somministrazione della terza dose avverrà infatti esclusivamente su prenotazione.

Si può prenotare tramite il portale lapugliativaccina.it, il numero verde 800-713931, attivo dal lunedì al venerdì (dalle 8 alle 20), agli sportelli Cup della Asl o nelle farmacie accreditate. La somministrazione della terza dose può avvenire dopo 5 mesi dal completamento del primo ciclo vaccinale, a prescindere dal vaccino anti covid-19 usato.

La Asl di Lecce precisa anche che le prenotazioni vengono fissate, oltre che di mattina, anche in alcune sedute pomeridiane. Nelle domeniche e nei festivi sarà garantita l’attività in almeno cinque punti vaccinali. L'accesso diretto in tutti i punti vaccinali della provincia sarà garantito, dalle 9 alle 13, dal lunedì al sabato, esclusivamente per i cittadini richiedenti la prima e la seconda dose, i pazienti trapiantati e immunocompromessi di età superiore ai 12 anni, i pazienti fragili o con disabilità grave, ai caregiver di estremamente vulnerabili, ai vaccinati all’estero con vaccino non autorizzato da Ema che richiedono la terza dose.

Sempre da lunedì 6 dicembre, a Lecce, riaprirà anche l’hub vaccinale all'interno del museo “Sigismondo Castromediano” che si affianca alla sede della Caserma Zappalà. Restano operativi anche gli altri nove hub vaccinali della provincia, nelle stesse sedi,  nei comuni di Campi Salentina, Martano, Poggiardo, Maglie, Casarano, Nardò, Gallipoli, Galatina e Gagliano del Capo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenza di nuovi casi di infezione da Sars Cov2 prossima al valore soglia

LeccePrima è in caricamento