Fase due, Boccia: “Importante l’autodisciplina di tutti. Liquidità alle imprese entro il 6 maggio”

Il ministro agli Affari Regionali e Autonomie è stato invitato a un incontro in streaming dal sindaco Carlo Salvemini. Analisi sulla ripartenza economica del Paese. Elogio per l’impegno di medici, infermieri e operatori pugliesi nella task force della Protezione civile

LECCE- “Domani inizia la Fase due e sarà la più complicata perché dobbiamo iniziare a pensare a un altro tipo di normalità: i mezzi pubblici viaggeranno con meno persone, riaccenderemo gli interruttori dell’industria, dell’edilizia e del commercio all’ingrosso, faremo le cose con meno fretta e circa 50mila punti vendita venderanno le mascherine a 0,50 centesimi”: il ministro dem agli Affari regionali e delle Autonomie, Francesco Boccia, riassume in questi termini il periodo sperimentale che va dal 4 al 17 maggio, durante un incontro svoltosi in streaming sulla pagina facebook del sindaco Carlo Salvemini.

“Ci sono poi una serie di realtà per cui è stato necessario rinviare la partenza perché far riversare per strada 60milioni di italiani era un passo azzardato in una fase così delicata” dice il ministro Francesco Boccia sottolineando che solo la scuola, per esempio, fa spostare, tra le sette e le otto del mattino, circa 12 milioni di studenti e docenti. “La scuola sarà l’ultimo interruttore a riaccendersi”.

Sulla ripartenza economica del Paese

“La liquidità alle imprese deve arrivare entro il 6 maggio, anche se il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha ammesso che vi sono complicazioni e ritardi nell’erogazione di misure a sostegno dei lavoratori autonomi e delle partite iva” dice il ministro Francesco Boccia. “Dei 4milioni e mezzo, circa 3,7 sono stati già erogati, tranne ai 300mila che hanno sbagliato l’Iban e altre indicazioni nelle domande”.

“Sicuramente l’impatto più devastante sarà per il settore turistico- alberghiero, ma sia per questo che per ogni tipo di attività commerciale stiamo calibrando gli interventi da fare e certamente dovremo sburocratizzare tanti processi. Una volta definito il metodo, riusciremo a velocizzare tutto”.

Dunque, la ripartenza economica dell’intero territorio nazionale sarà graduale perché a ora “l’autodisciplina degli italiani è stata eccezionale da far scendere la curva dei contagi, ma non dobbiamo dimenticare che al momento non esiste un vaccino anti Covid-19 e il virus è ancora in giro”, prosegue Francesco Boccia limitando i calcoli che possono farsi in questo periodo, di trimestre in trimestre.

Poi il sindaco Carlo Salvemini rammenta a tutti le buone norme comportamentali da continuare ad adottare nella fase che chiude al lockdown: dalla costante igiene personale, al distanziamento sociale e l’utilizzo delle mascherine nei luoghi chiusi e pubblici “perché come tutti stiamo affrontando un terreno inesplorato: dobbiamo muoverci con cautela e pronti a misurarci con dati epidemiologi che possono mutare, anche se il rischio è controllato” prosegue il sindaco Carlo Salvemini ricordando che da domani sarà possibile scaricare l’app Immuni.

La situazione economia in Puglia e  il ringraziamento al personale sanitario

“In Puglia sono stati stanziati 3 miliardi e mezzo ai Comuni contro i 5 miliardi richiesti da De Caro, di cui 600 milioni sono stati erogati per il trasporto pubblico locale. Le certezze dei conti li avremo di trimestre in trimestre, ma è sicuro che le tasse si pagheranno perché è un impegno sociale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi Francesco Boccia, per concludere, rivolge parole di elogio al personale sanitario pugliese e salentino: “Le immagini di medici e infermieri giovanissimi, e quelli in pensione che sono rientrati per la task force della Protezione civile, ti faceva capire che Paese straordinario siamo. Ringrazio il Salento e i pugliesi che ci hanno dato un grande contributo in questo periodo e proseguendo sulla strada dell’autodisciplina usciremo dalla fase due a testa alta”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Il lusso targato Renè de Picciotto: dal lido di Savelletri alla terrazza pensile di Lecce

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento