Individuato all'alba un quarto nido di tartaruga marina: era tra gli ombrelloni

Gli operatori del Vivosa Apulia Resort, a Marina di Ugento, hanno notato un esemplare dirigersi dall'arenile al mare. La deposizione delle uova è stata poi confermata. Il sito subito messo in sicurezza

Il sito dove sono state deposte le uova.

LECCE – L’hanno vista dirigersi dalla spiaggia al mare, pensando subito a una deposizione di uova. All’alba di questa mattina, gli operatori del Vivosa Apulia Resort, sul litorale di Marina di Ugento, hanno visto un esemplare di tartaruga marina all’interno del tratto di arenile destinato ai clienti della struttura ricettiva: si tratta del quarto nido scoperto nella provincia di Lecce in queste settimane. Il precedente era stato individuato nella notte tra venerdì e sabato a Lido Marini, poco distante dal luogo dell’ultimo ritrovamento.

Il caso ha voluto che Piero Carlino, il direttore del Centro Recupero Tartarughe Marine del Museo di Storia Naturale del Salento si trovasse in vacanza nelle vicinanze e così il suo intervento è stato immediato: seguendo le tracce sulla sabbia, ha localizzato il punto della probabile deposizione, che è stata poi confermata. Il sito è stato dunque messo in sicurezza grazie alla collaborazione dello staff del Vivosa: sono stati rimossi gli ombrelloni più vicini e il tratto interessato è stato isolato. Come da prassi sono state avvisate la capitaneria di porto e l’Asl di Lecce.

Felice del lieto evento il general manager della struttura, Silvio Grilli: “Constatiamo con gioia come questo tratto di litorale inserito nel Parco regionale litorale di Ugento si stia mostrando di fondamentale importanza per le nidificazioni delle tartarughe marine nel Salento. Ciò non è altro che un certificato non strumentalizzabile di qualità: confermando che il nostro litorale è un habitat che ha un ecosistema favorevole a un evento straordinario come quello della deposizione e della schiusa delle uova per la continuazione della specie delle tartarughe Caretta caretta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento