menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sequestro delle farine nel panificio.

Il sequestro delle farine nel panificio.

Insetti nei panini, “Ma noi estranei, le buste erano sigillate”. La replica della ditta

La società con sede a Bari, che si occupa del servizio di refezione scolastica negli istituti di Trepuzzi, ha inviato una nota di rettifica contenente le proprie dichiarazioni

TREPUZZI  - Dopo il rinvenimento degli insetti all’interno dei panini, nella mensa scolastica di Trepuzzi, il controllo del Nas, poi il sequestro e due denunce, tra cui anche quella nei confronti del legale rappresentante della società che si occupa della refezione scolastica. A seguito della notizia pubblicata nella giornata di martedì, la “Laudisa srl”, società che gestisce i due centri di cottura della cittadina salentina, si è dichiarata “estranea alla vicenda”. Ne riportiamo le dichiarazioni integrali, qui di seguito, inviate dalla società con sede a Bari.

“Ladisa srl si dichiara assolutamente estranea alla vicenda trattandosi di un problema legato non alla preparazione dei pasti ma ad un prodotto sigillatofornito da un’azienda di Miggiano munita di regolare certificazione biologica.  Tale contaminazione, come avallato dal sequestro operato dal Nas, ha riguardato solo ed esclusivamente l’azienda di panificazione (e l’eventuale impasto impiegato), poiché il personale di Ladisa srl era nell’impossibilità di poter constatare a occhio nudo l’eventuale presenza di infestanti (della farina) all’interno dei panini, debitamente sigillati. Ladisa, cui non è stato contestato alcun addebito penale, subito dopo aver appreso la notizia di panini non conformi, come riscontrabile dagli accertamenti eseguiti dagli ordini di controllo, ha provveduto in via cautelativa al ritiro tempestivo di tutta la fornitura di panini presso i vari plessi scolastici per metterli a disposizione delle autorità, nonché sospendere il contratto con l’azienda di panificazione interessata, disponendone la sostituzione. Ladisa conferma la correttezza delle proprie procedure e l’attenzione da sempre rivolta alla filiera della propria sicurezza alimentare, dato confortato dai 23 milioni di pasti erogati ogni anno in oltre 700 sedi in tutta Italia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento