Leverano, attivato il controllo cittadino con i sistemi di videosorveglianza

Dopo il secondo atto vandalico compiuto ai danni della Madonna in piazza Vittime della strada, l’area mercatale, il centro storico e la villa comunale verranno monitorate dalla Polizia locale

LEVERANO- Sono terminati i lavori d’installazione del sistema di videosorveglianza all’interno del centro storico, nell’area mercatale e nella piazza Vittime della strada, che ospita il monumento realizzato dall’artista Silvan Dell’Anna: lo comunica il consigliere Sandro Leone, presidente dell’associazione “Allacciamoci la vita”, soddisfatto di contrastare in questo modo i fenomeni di illegalità e di vandalismo di cui si è resa teatro piazza Vittime della strada. Infatti, risale a circa un mese fa la scoperta del danneggiamento della statua della Madonna da parte di vandali, presa di mira anche nel 2018.

Dunque, finalmente, da oggi, grazie al sistema di videosorveglianza collegato con il comando della Polizia locale, i residenti potranno stare più tranquilli in una comunità in cui i vandali si guarderanno bene dal commettere altre bravate.

Inoltre, l’amministrazione comunale fa sapere che è stato inviato in Prefettura per la sua validazione, un progetto ancora più esteso di sorveglianza del territorio, con proposte che prevedono la collocazione di sistemi di controllo agli ingressi del paese e in tutte le aree pubbliche per restituire ai cittadini le giuste condizioni di serenità e sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto e si schianta vicino casa: muore 35enne

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Difendere un assassino, l’avvocato di De Marco: “Non siamo dei mostri”

  • Scuola, in arrivo una nuova ordinanza: Ddi al 100 per cento per una settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento