Integrazione scolastica, Nardò perde 10 operatori. "Disagio inaudito"

Il presidente del coordinamento istituzionale, Maria Grazia Sodero, ha chiesto di sostituirli denunciando le difficoltà per i bambini con disabilità e per le scuole

Foto di repertorio: il Comune di Nardò

LECCE – L'ambito sociale di Nardò ha perso dieci operatori del servizio di integrazione scolastica. E il servizio è andato in grave sofferenza.

Il presidente del coordinamento istituzionale, Maria Grazia Sodero, ha chiesto di sostituirli.

Una presa di posizione condivisa dal coordinamento, composto dagli assessori al welfare dei sei Comuni dell’Ambito: Silvia Tarantino per Porto Cesareo, Ines Cagnazzo per Leverano, Concettina Bongiorno per Seclì, Caterina Dorato per Galatone e Pierluigi Nestola per Copertino.

“L’impegno per il servizio di integrazione scolastica, cruciale perché riguarda l’assistenza e il benessere in ambito scolastico degli alunni con disabilità – racconta Maria Grazia Sodero – ha portato l’Ambito a investire a settembre scorso risorse per quasi 600 mila euro per 22 Oss e 13 educatori, risorse comunque non pienamente sufficienti a garantire il fabbisogno degli studenti. Questo perché ogni Oss, come ogni educatore, si trova a gestire fino a quattro minori. In più, pochi giorni prima dell’inizio dell’anno scolastico la Asl ha comunicato il venire meno di otto operatori, oggi diventati dieci”.

Sodero ha denunciato un “disagio inaudito per i bambini e per le scuole”, cui l’Ambito non può porre rimedio con le sostanze di cui dispone.

“È inaccettabile – continua ancora – limitarsi a comunicare il venire meno del personale senza preoccuparsi di porre rimedio al deficit causato”.

Peraltro, il settore welfare regionale ha chiarito ripetutamente all’Ambito di dover prevedere solo “al completamento dell’equipe con figure per l’assistenza di base” e quindi non in misura prevalente. Quindi, l’Ambito non può coprire le postazioni vacanti e l’Asl non può non garantire una strategia complessiva che scongiuri la contrazione del servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Scuola, in arrivo una nuova ordinanza: Ddi al 100 per cento per una settimana

  • Squarcio di due metri nella strada: betoniera passa, autopompa sprofonda nel vicolo

Torna su
LeccePrima è in caricamento