rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Attualità

La nuova sfida di "Io posso": malati di Sla in viaggio con un camper

Il progetto dell'associazione "2HE" ambisce a rompere l'isolamento forzato cui sono costrette le persone affette da malattie invalidanti

LECCE – Dopo il successo del progetto "Tutti al mare” con il primo accesso in spiaggia attrezzato per persone affette da malattie gravemente invalidanti, come la Sla, l’associazione 2HE – Center for Human Health and Environoment - si accinge a presentare la prima casa su ruote in grado di consentire a coloro che sono immobilizzati o collegati ad strumenti salvavita di poter uscire dall’isolamento forzato cui sono costretti dalla patologia o dalla disabilità.

Con il progetto "Tutti in camper!", viaggi anche di lunga percorrenza saranno possibili grazie a un mezzo lungo 10 metri e mezzo capace di ospitare quattro persone e due autisti, attrezzato di tutto punto e secondo le norme di sicurezza. Il camper sarà sistemato all’esterno del Teatro Apollo, sabato prossimo, in occasione della presentazione prevista per le 17 con la partecipazione anche dell’attore e regista Pif. Prenderanno parte alla serata Giovanni Gorgoni, direttore generale dell’Agenzia Regionale Strategica per la Salute ed il Sociale della Regione Puglia, Giorgia Rollo, presidente di 2HE, e suo marito Gaetano Fuso, ex poliziotto, malato di Sla da quattro anni, nominato nei mesi scorsi Cavaliere della Repubblica Italiana dal presidente Mattarella. A Fuso si deve l’idea del primo stabilimento balneare accessibile (San Foca) e del più ampio progetto “Io Posso” nel cui ambito rientra “Tutti in camper”.

E proprio l’esperienza maturata dal 2015 a San Foca presso "La Terrazza", con oltre 500 ospiti accompagnati dalla rispettive famiglie, ha suggerito il varo del nuovo progetto, finalizzato a soddisfare il bisogno legato alla mobilità e al desiderio di viaggiare. Così come “La Terrazza”, anche “Tutti in camper” offrirà un servizio gratuito . Una volta quantificato il budget necessario per il viaggio, l’associazione 2HE avvierà una campagna mirata di crowdfunding per raggiungere la cifra prevista. L’utente sarà comunque responsabilizzato a diffondere la raccolta fondi tra i propri contatti e associazioni di riferimento. Dopo la presentazione di sabato prossimo, ci saranno alcuni mesi di presentazione: si prevede di partire “ufficialmente” in primavera. L’evento sarà anticipato da un flash mob in piazza Sant’Oronzo, mercoledì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nuova sfida di "Io posso": malati di Sla in viaggio con un camper

LeccePrima è in caricamento