"Io resto in contatto": il contest dei creativi contro l'isolamento

Il progetto, ideato da Big Sur e Onlus Salomè, vede la collaborazione di Asl Lecce. La quotidianità della casa potrà essere narrata attraverso l'uso di 7 fotografie o racconti di 2 mila battute

Foto di repertorio

LECCE- Fotografia e narrazione per combattere l’isolamento causato dalle restrizioni alla circolazione.

In tempi di crisi, scatenata dall’emergenza sanitaria, Big Sur e Onlus Salomè hanno ideato il contest #ioRESTOinCONTATTO invitando tutti a dare sfogo alla propria creatività, descrivendo la propria quotidianità (per quanto alterata dalle condizioni contingenti) attraverso l’uso delle immagini e delle parole.

L’obiettivo sarà quello di creare un archivio collettivo di fotografie e storie di vita al tempo del Covid 19.

La Asl Lecce, anche quest’anno, ha deciso di fornire il proprio contributo al progetto “Pe(n)sa differente. Festival dell’espressione creativa e della bellezza autentica”, ideato da Big Sur e Onlus Salomè.

Il contest è rivolto a tutti i cittadini, agli artisti, alle associazioni e alle organizzazioni coinvolte nella salute mentale, ai laboratori espressivi e creativi, agli atelier di Italia e di altri Paesi, ai loro conduttori e ai loro assidui frequentatori.

Al centro della narrazione ci sarà la casa che inevitabilmente evoca ricordi, vissuti, gioie, drammi. 

“Inconsciamente stabiliamo una relazione intima con oggetti, odori, trame, colori, percorsi, che segnano la nostra esperienza quotidiana. Tutto questo diventa materiale da cui partire per fotografare e tessere racconti di straordinaria quotidianità sia nella versione reale e ristretta che in quella, certamente più vasta, interiore e immaginifica”, si legge nel comunicato stampa di presentazione del progetto.

Il primo ambito del contest si chiama “Cartoline dall’interno” ed è dedicato alla fotografia. Si può partecipare con sette scatti per raccontare una piccola storia domestica attraverso immagini.

È ammesso anche l’utilizzo dello smartphone per creare un reportage all’interno dei luoghi della loro quotidianità: la propria casa, ma anche la limitazione dei contatti, come un universo da esplorare, scoprire e condividere.

L’altro ambito è dedicato alla narrazione con “Scritture dall’interno”. Si può partecipare con un racconto, di non oltre 2mila battute, in forma autobiografica per raccontare storie di straordinaria quotidianità.

Come partecipare al contest

Le foto, 7 in totale, o i racconti di 2mila battute al massimo, vanno inviati all’indirizzo email: redazione@pensa-differente.it, indicando:
Nome Cognome (o pseudonimo) / Età / Città / Breve bio / Breve descrizione del contributo (144 caratteri)

La raccolta dei materiali proseguirà fino a giugno.
L’archivio di #ioRESTOinCONTATTO sarà pubblicato nell’evento Facebook https://www.facebook.com/events/365367321035068/?active_tab=about e sul sito www.pensadifferente.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

Torna su
LeccePrima è in caricamento