La spiaggia della Purità “aperta” per le passeggiate dei ragazzi disabili

Da oggi e per due mesi saranno i volontari della protezione civile a garantire l’accompagnamento e la vigilanza per tre giorni alla settimana su prenotazione telefonica

GALLIPOLI - Dal litorale di Salve a quello di Gallipoli, l’idea di consentire alle persone affette da disturbo dello spettro autistico, da disturbi dell'attenzione e da disabilità intellettiva grave, di trascorrere del tempo all'aria aperta sulle spiagge salentine, in compagnia di un genitore o un parente, ha preso piede e sostrato. Prendendo spunto dall’idea da quanto reso possibile sul litorale di  Pescoluse anche l’amministrazione comunale della città bella, come annunciato nei giorni scorsi, ha formalizzato un provvedimento analogo anche a seguito della proposta sottoposta all’attenzione del sindaco Stefano Minerva e della giunta da parte della consigliera comunale Caterina Fiore che aveva richiesto formalmente di consentire la fruizione delle spiagge libere gallipoline ai soggetti residenti affetti da disturbo dello spettro autistico e da disabilità intellettiva grave. E da oggi si parte.

Così come anticipato anche dall’assessore al Welfare, Angelo Mita nei giorni scorsi, il Comune di Gallipoli si era già attivato e ora la giunta comunale ha formalizzato il progetto individuando nella spiaggetta della Purità, dell’omonima insenatura del centro storico, la zona costiera libera dove poter effettuare passeggiate ed uscite all’aria aperta programmate e senza pericolo di assembramento. Per i prossimi due mesi infatti il tratto di spiaggia in questione è stato autorizzato alla fruizione delle persone disabili e gli accessi all’area saranno contingentati e sorvegliati dalla polizia locale e dalla protezione civile. L’ultimo decreto governativo, è bene ricordarlo, ha concesso solo delle prudenti aperture rispetto al lockdown e quindi l’amministrazione comunale ha inteso ulteriormente salvaguardare la possibilità per le persone più svantaggiate di fruire delle uscite necessarie per fini più terapeutici che ludici.

I ragazzi diversamente abili e un loro familiare, previa prenotazione presso il Comune o la sede della protezione civile (si possono contattare i numeri 0833/201354 e 389/6305446), saranno accompagnati lungo il litorale dai volontari. Potranno essere accompagnati, a bordo di un mezzo del sodalizio, per le uscite in spiaggia due ragazzi alla volta e un loro familiare e la fruizione della spiaggia sarà possibile il lunedì, mercoledì e venerdi di ogni settimana sino alla fine di giugno. La protezione civile garantirà il trasporto dei beneficiari e si occuperà della vigilanza del luogo, ovvero assicurerà la mancanza di assembramenti e adotterà le giuste precauzioni per garantire la salute di tutti.

“Con con grande piacere, ho appreso che è stata deliberata la fruizione della spiaggia libera per soggetti autistici, affinché, per due mesi, possono avere l’ausilio di trascorrere delle ore con le proprie famiglie al mare” commenta la consigliera Caterina Fiore, “pertanto, voglio ringraziare la giunta e il sindaco Minerva che ha preso in considerazione la mia richiesta di dar seguito e di attivare una così nobile iniziativa. Nel mio piccolo, nelle vesti di consigliere comunale, ho creduto sin dall’inizio a questo progetto  e oggi, più che mai, sono soddisfatta per il risultato raggiunto, soprattutto perché, in questo periodo tragico e storico in cui siamo costretti a vivere, deve prevalere il senso di predisposizione ad aiutare il prossimo e a rendere quanto più leggera una semplice giornata per chi è meno fortunato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

  • La coperta prende fuoco, anziano muore per ustioni: è il padre del segretario nazionale del Sap

Torna su
LeccePrima è in caricamento