"Lasciate l'auto a casa": l'appello di Confcommercio per tutelare l'ambiente

Il presidente Stendardo: "L'invito a scegliere la mobilità ecocompatibile nasce dalla necessità di rendere il nostro centro storico sempre più vivo e accessibile"

In foto: un varco del centro storico di Lecce.

LECCE – Muoversi a piedi, o in bicicletta non è solo una scelta salutistica. È anche un modo piacevole ed ecocompatibile di vivere la città e, in particolare, il suo centro storico.

L'ennesimo monito a lasciare a casa l'automobile e preferire i mezzi di trasporto pubblici o meno impattanti sull'ambiente circostante viene da Confcommercio Lecce, coordinamento locali serali.

“L'invito a operare scelte responsabili nasce dalla necessità di rendere il nostro amato centro storico sempre più vivo ed accessibile, visto il crescente impegno di Confcommercio Lecce nel rispetto dell’ecosistema e a tutela dell’ambiente”, si legge in una nota stampa diffusa dall'associazione.

“Poniamo da sempre grande attenzione a tutto ciò che ruota attorno alla corretta fruibilità del centro storico – aggiunge Danilo Stendando, presidente del coordinamento -. In particolare è nostra intenzione continuare a portare avanti con grande responsabilità l’impegno verso la tutela dell’ambiente attraverso un’azione di sensibilizzazione rivolta ai cittadini che frequentano il centro storico del capoluogo”.

Confcommercio coglie l'occasione per ricordare quali sono le norme di accesso alle zone a traffico limitato del centro storico, previste dall'apposito regolamento comunale.

L'articolo 2 recita: “Con riferimento alla classificazione dei veicoli stabilita dal  nuovo codice della strada, è consentito il transito all’interno delle zone a traffico limitato, con esclusione delle aree pedonali, senza necessità di richiedere apposita autorizzazione, nel rispetto della segnaletica esistente e salvo che, per necessità contingenti, non vengano adottati provvedimenti restrittivi anche nei confronti di tali categorie, a tutti i veicoli rientranti nelle categorie: L1e, ciclomotori a due ruote, il cui motore non supera i 50 cc e la cui velocità massima non supera i 45 km/h; L3e, motoveicoli a due ruote, la cui cilindrata non supera i 50cc o la cui velocità massima di costruzione supera i 45 km/h. Si ribadisce, infine, che in tutta la ZTL del centro storico è istituito il limite di velocità di 30 Km/h”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto e si schianta vicino casa: muore 35enne

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Scuola, in arrivo una nuova ordinanza: Ddi al 100 per cento per una settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento