rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Attualità

"Le Dame del Faubourg", la lunga ballata sulla storia di Francia di Jean Diwo

Nel solco del romanzo storico di Alexandre Dumas e Victor Hugo, Le Dame del Faubourg di Jean Diwo è una lunga ballata sulla storia di Francia da Luigi XI alla presa della Bastiglia

Jean Diwo, conosciuto in Italia solo per il romanzo Ai tempi in cui la Gioconda parlava, grazie alla casa editrice modenese 21|Lettere è finalmente in libreria con Le Dame del Faubourg  il primo libro di una trilogia sulla storia del parigino Faubourg Saint-Antoine (Les Dames du faubourg, Le Lit d’acajou, Le Génie de la Bastille), il secondo intitolato Il letto di acajou è di prossima pubblicazione.

Per lui il legno era come l’aria, il fuoco o l’acqua: un elemento vitale, un materiale carico di magia che la mano dell’artigiano rianimava, restituendo a quelle assi secche la libertà degli alberi nella luce del mattino. Jean Cottion, come chiunque facesse il suo mestiere, amava davvero il legno, la cui struttura carnale lo emozionava.

Il protagonista Jean Cottion arriva a Parigi nel 1471, ed è immediatamente attratto da Faubourg Saint-Antoine - uno dei sobborghi parigini più antichi e importanti - un'arteria nata intorno al XII secolo e caratterizzata dalla presenza di falegnami, mobilieri, ebanisti e artisti del legno raccolti intorno all'Abbazia di Saint Antoine, e qui la sua vita s’intreccia indissolubilmente con quella di Pierre Thirion.

Jean Diwo nato a Faubourg Saint-Antoine conosce bene il profumo della segatura fresca e del truciolo appena asportato dalla lama della pialla, l'odore acre della colla, ecco perché grazie a un lavoro di ricerca e ricostruzione, permette al lettore di visualizzare scene di vita quotidiana nel fabourg, di comprendere l’organizzazione dei sobborghi di Parigi, di assistere all’ascesa di una comunità di artigiani che ha dato prestigio all’arte francese del legno, lasciando emergere i rapporti fra politica e clero, le difficoltà della gente comune, la rivalità fra nobili, le discriminazioni, le credenze, i luoghi comuni, e le usanze, anche alimentari.

L’autore racconta la storia delle badesse che si susseguono a Saint-Antoine-des-Champs, dei loro amici e protetti, dei boschi circostanti e dei discendenti dei costruttori della cattedrale dalla reggenza di Luigi XI fino  a quella di Luigi XIV. Il primo volume si chiude infatti il 13 luglio 1789 con l’imminente presa della Bastiglia, avvenimento nel quale il Faubourg ha giocato un ruolo importante.

Camminando tra le settecentottantanove pagine (mi chiedo se il numero sia casuale!) per circa trecento anni di Storia si incontrano re, nobili e intellettuali; Caterina De Medici, Colbert e Voltaire, papa Urbano VIII e il cardinale di Toureno; gli artisti Gianbologna, Vasari e Pinturicchio, gli ebanisti André-Charles Boule e Jean-Francois Oeben e borghesi, militari, imprenditori, e rivoluzionari, e si ha la possibilità di conoscere la saga dei Cottion-Thirion, ebanisti del Faubourg Saint-Antoine.

Nel solco del romanzo storico di Alexandre Dumas e Victor Hugo, Le Dame del Faubourg è una lunga ballata sulla storia di Francia che affascina il lettore mescolando amore, drammi e gioia della comunità che popola il fabourg facendoci conoscere uomini e donne di una Parigi antica e in piena evoluzione.

La lingua vitale, avvolgente e fluida di Diwo ci è restituita dall’accurata traduzione di Luisa Rigamonti.

Jean Diwo nasce a Parigi, nel Faubourg Saint-Antoine il 27 dicembre del 1914. Studia letteratura moderna alla Sorbona. Durante gli anni dell’università inizia a lavorare come giornalista a Paris-Soir e poi diventa uno dei principali reporter di Paris Match. Nel 1960 fonda la rivista Télé 7 Jours  di cui è direttore fino al 1981. Inizia a scrivere nel 1980, dopo la morte della moglie. Nel 1982 pubblica il suo primo libro Chez Lipp ispirato dalla storia di una fabbrica di birra. Il libro diventa in breve tempo un best-seller e vince il prestigioso Prix Roland de Jouvenel assegnato dall’Académie Française. Nel 1985 pubblica il primo libro della trilogia Les dames du Faubourg che ha venduto più di un milione di copie.  Muore nel 2011 a 96 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Le Dame del Faubourg", la lunga ballata sulla storia di Francia di Jean Diwo

LeccePrima è in caricamento