rotate-mobile
Attualità

Bonus Covid, Arca Sud proroga i termini e amplia la platea dei beneficiari

Soddisfatta la Cisl per la decisione. Gli inquilini in difficoltà avranno tempo fino al 31 dicembre per la richiesta. Aumenta anche il numero di coloro che potranno fruirne

LECCE - “Un segnale che va nella giusta direzione e che ha contezza dei giorni che viviamo”.  Ada Chirizzi, segretario generale della Cisl di Lecce, e Alessandro Monosi, segretario del Sicet di Lecce, il Sindacato inquilini casa e territorio, commentano positivamente la decisione di Arca Sud Salento di pubblicare nei giorni scorsi una delibera con cui proroga al 31 dicembre il bonus covid per gli inquilini in difficoltà.

“In questo provvedimento concordato con le organizzazioni sindacali degli inquilini – proseguono Chirizzi e Monosi - viene anche ampliata la platea dei beneficiari. Nelle scorse settimane avevamo proprio chiesto che i termini per la presentazione delle domande utili ad accedere alle somme messe a disposizione dalla Regione Puglia, 521,7mila euro, fossero procrastinati: troppo poche le domande che erano giunte in prossimità della precedente scadenza a causa di una scarsa diffusione dell’importantissima informazione oltre che dei termini ristretti per presentare le domande stesse in prossimità della deadline. La decisione di Arca Sud Salento di tenere conto delle nostre richieste è certamente un tassello che si aggiunge alla faticosa costruzione di provvedimenti che puntano a raggiungere una necessaria giustizia sociale”.

Questa la nuova platea dei beneficiari che potrà fare richiesta dei contributi con l’ausilio dei sindacati fino al prossimo 30 dicembre: assegnatari in regola con i censimenti reddituali e con i pagamenti alla data del 31 dicembre 2019 che non abbiano già beneficiato del contributo regionale e che abbiano sottoscritto piani di rateizzazione; assegnatari inoccupati e/o non percettori di ammortizzatori sociali (esempio, Cig); assegnatari con pensione sino a 12mila 500 euro annuali; assegnatari che abbiano nel nucleo familiare uno o più portatori di handicap, con invalidità pari o superiore al 74 per cento; assegnatari o loro familiari colpiti da covid 19.

La determina di Arca Sud Salento consente di accedere al bonus covid ai pensionati con un reddito di 12,5mila euro annui. Il precedente paletto era fissato a 7mila euro, il che significa che si amplia il numero dei possibili beneficiari che si trovano in difficoltà economica. E va ricordato, spiegano dalla Cisl, che si tratta di un bonus concesso sotto forma di sconto di affitto per tre mensilità.

La decisione di Arca Sud Salento arriva a margine di altre iniziative in favore di politiche abitative socialmente importanti, quali la proroga del blocco degli sfratti stabilita dal Governo e protratta anch’essa fino al 31 dicembre, legando chiaramente il provvedimento alla fine dello stato di emergenza causato dalla pandemia.

“Riteniamo – concludono Chirizzi e Monosi - che per venire incontro al disagio abitativo sociale vadano intensificati i bandi di edilizia popolare; in tutta la provincia di Lecce ci sono 9mila alloggi, molti dei quali vuoti o da ristrutturare o occupati in modo improprio.  In questa fase di crisi abitativa dove le famiglie vedono falcidiati i loro redditi già esigui dai prezzi che aumentano in ogni settore e dal caro vita in generale, non riuscendo a pagare i canoni di locazione, dovrebbe essere favorita un’attenta assegnazione di quegli immobili alle persone in difficoltà”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus Covid, Arca Sud proroga i termini e amplia la platea dei beneficiari

LeccePrima è in caricamento