Puglia, 69 nuovi positivi. Un solo caso nel Salento per un rientro da Malta

Boom di contagi nel barese, con 41 casi rilevati in un giorno; a seguire la provincia di Foggia, con 14 infetti. Nella regione sale a 817 il numero di coloro che al momento è affetto da Covid-19

LECCE – Sessantacinque nuovi positivi al Covid-19, ieri, su 2.753 tamponi analizzati e sessantanove, oggi, su 2.708 test. In Puglia si resta in scia, con i numeri e anche con la localizzazione della località dove maggiore è l’incidenza negli ultimi periodi, la provincia di Bari.

Qui, oggi, il bollettino epidemiologico registra ben 41 casi. Un vero boom che il direttore generale dell’Asl di Bari, Antonio Sanguedolce, spiega così: “Per la maggior parte sono riferiti a soggetti sintomatici, contatti stretti di positivi già individuati in precedenza e rientri da fuori regione. Nel dettaglio si tratta di 17 casi con sintomi che sono stati presi in carico dai pronto soccorso dei nostri ospedali su cui ci sono indagini in corso, 16 casi riscontrati nella attività di contact tracing del nostro dipartimento di prevenzione, quattro rientri dalla Sardegna, un rientro dalla Sicilia, uno dalla Grecia e due pazienti sottoposti a tampone come da protocollo prima di eseguire una prestazione sanitaria”.

Circa la provincia di Lecce, un solo tampone risulta oggi positivo. “Il caso registrato oggi dal nostro Dipartimento di prevenzione – spiega il direttore generale, Rodolfo Rollo - riguarda un residente in provincia di Lecce rientrato da Malta”. Gli altri casi sono così suddivisi: otto nella provincia di Barletta-Andria-Trani, uno in quella di Brindisi, ben 14 in quella di Foggia e quatto in quella di Taranto. Non sono stati registrati decessi.

Alessandro Delle Donne, direttore generale dell’Asl della Bat, sugli otto casi sul proprio territorio, dice: “Quattro sono rientrati dalla Sardegna, uno dalla Bulgaria, uno è un militare di rientro, uno è tra i contatti diretti di un caso positivo dei giorni scorsi mentre su un altro sono in corso le indagini. Degli otto casi di oggi – precisa - solo uno è sintomatico”. A Brindisi, come a Lecce, invece, un solo episodio. Giuseppe Pasqualone, direttore generale dell’Asl brindisina, a tal proposito, spiega: “L’unico caso registrato oggi riguarda una persona che ha manifestato sintomi compatibili con il coronavirus ed è stata sottoposta a tampone. Si trova in isolamento fiduciario ed è in corso la ricostruzione della rete di contatti”.

Scarica da qui il bollettino Covid del 30 agosto 2020

Alto il numero di nuovi infetti rilevati nel Foggiano. Vito Piazzolla, direttore generale dell’Asl dauna, illustra i 14 casi odierni: “Si tratta di quattro cittadini stranieri presenti sul territorio provinciale; sei persone di rientro dalla Campania; due persone sintomatiche, individuate grazie alla segnalazione dei medici di medicina generale; due persone individuate durante l'attività di screening. Il servizio di Igiene aziendale sta ricostruendo le catene di contagio per disporre la sorveglianza attiva volontaria. Invitiamo i cittadini a seguire rigorosamente le norme di prevenzione come: uso della mascherina, lavaggio mani e distanziamento sociale”.

Infine, la provincia di Taranto, con quattro positivi. “I casi registrati in provincia di Taranto – dichiara il direttore generale dell’Asl locale, Stefano Rossi - sono da ricondurre a contatti con casi Covid già individuati e a un piccolo focolaio presente in località periferica balneare. Grazie al lavoro di “contact tracing” meticoloso e scrupoloso degli specialisti del dipartimento di prevenzione sono al lavoro per circoscrivere la catena dei contagi. Ancora una volta il suggerimento è protezione e salvaguardia propria e degli altri nelle relazioni private e professionali, adottare le dovute precauzioni, attenendosi alle indicazioni fornite dalle autorità sanitarie locali”.

In provincia di Lecce 120 casi di positività

Dall’inizio dell'emergenza, informa la Regione Puglia, sono stati effettuati 303.046 test. Sono 4.029 i pazienti guariti mentre 817 risultano i casi attualmente positivi. Di questi, 120 si trovano in provincia di Lecce. Come illustra Carlo Salvemini, sindaco di Lecce, nel capoluogo i casi sono 13, ai quatli devono aggiungersi 15 migranti ospitati presso Masseria Ghermi, di cui quattro appartenenti a un unico gruppo familiare e gli altri di rientro da Paesi a rischio, tutti asintomatici o scarsamente sintomatici.

"Se si considera il totale della popolazione residente ed il totale degli arrivi turistici nei mesi di luglio e agosto, il Salento ha registato il tutto esaurito, quella che stiamo vivendo è una situazione rassicurante, rispetto all’andamento epidemiologico italiano e mondiale. Sorprendente - commenta il primo cittadino di Lecce - se si considerano le preoccupazioni indotte da situazioni diffuse di assembramenti nelle spiagge e nei comuni più attrattivi della provincia. Non c’è motivo, per, per un calo di attenzione, prudenza, responsabilità. Possiamo fare ancora meglio, lo sappiamo tutti".

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall'inizio della pandemia è di 5.402, così suddivisi: 1.862 nella provincia di Bari; 440 nella provincia di Bat; 706 nella provincia di Brindisi; 1.371 nella provincia di Foggia; 669 nella provincia di Lecce; 313 nella provincia di Taranto; 38 attribuiti a residenti fuori regione; tre sono di provincia non nota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Anziana madre non ha sue notizie da giorni e chiede aiuto: 49enne trovato senza vita

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Rapine con auto rubate durante il lockdown: fermata la banda

  • Coronavirus “sensibile” ai fattori ambientali: studio di un fisico su temperatura ed escursioni termiche

  • Scavalca tre muri dopo il furto: fuga spericolata, ma braccato e arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento