La Puglia “gialla” divisa dai numeri. Covid-19, a nord i picchi sempre alti

Il 24,5 per cento dei tamponi registrati oggi in Puglia è risultato positivo al Covid-19: ovvero, 1.789 infezioni su 7.293 test, con ben 783 nuovi casi d’infezione nel Barese. In provincia di Lecce 220. Registrati altri 24 decessi

LECCE – Il 24,5 per cento dei tamponi registrati oggi in Puglia è risultato positivo al Covid-19: ovvero, 1.789 infezioni su 7.293 test. Nel primo giorno d’ingresso nella cosiddetta area gialla, quella con le restrizioni minime, la regione continua a manifestare problemi dovuti a picchi che continuano a registrarsi soprattutto a nord, con la provincia di Bari che oggi somma ai dati dei giorni precedenti ben 783 nuovi casi d’infezione. Ecco perché, già ieri, il presidente Michele Emiliano ha spiegato che è in via di valutazione la possibilità di mantenere arancione almeno una parte della Puglia. Un’eventuale ordinanza, entrerebbe in vigore nel corso della settimana.

Tornando ai dati, sulla base delle informazioni del Dipartimento promozione della salute, 136 casi di positività sono stati registrati in provincia di Brindisi, 160 nella provincia di Barletta-Andria-Trani, 214 in provincia di Foggia, 220 in provincia di Lecce e 259 in provincia di Taranto. Otto casi sono risultati riferibili a residenti fuori regione. Nove casi di residenza in precedenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti. Circa i decessi, oggi ne sono stati registrati 24 decessi: cinque in provincia di Bari, 12 in provincia di Barletta-Andria-Trani, cinque in provincia di Foggia, due in provincia di Taranto.

Rispetto a ieri, quando si era verificato un abbassamento del numero dei ricoverati negli ospedali pugliesi (da 1.823 a 1.796), oggi si è verificato l’opposto, ovvero una piccola risalita a quota 1.816. Allo stato attuale, in Puglia sono 45.834 i positivi al Covid-19, di cui 44.018 si trovano in quarantena presso il proprio domicilio perché asintomatici, paucisintomatici o con forme lievi di infezione, che non necessitano di cure in ospedale.

Dall’inizio dell’emergenza (quindi, dato complessivo che riguarda l’intero anno) sono stati 16.795 i pazienti guariti e 64.341 i positivi. I numeri parlano chiaro, le province di Bari e Foggia sono state le più colpite, rispettivamente con 25.168 e 14.378 casi. Elevato il numero anche nella provincia di Barletta-Andria-Trani, dove i positivi totali (fra vecchi e nuovi casi) arrivano a quota 7.300 su una popolazione che è di circa 387mila abitanti.

Guardando più a sud, il dato più preoccupante, specie se rapportato al numero di abitanti (570mila) è quello della provincia di Taranto, con 7.553 casi (1,3 per cento). Sebbene sia di molto inferiore il dato in provincia di Brindisi, con 4.628 casi, il dato va comunque rapportato al numero di abitanti, di 388mila. La provincia di Lecce finora ha avuto 4.886 casi di positività. Considerando che con 791mila abitanti circa è la seconda provincia della Puglia, vi è un’incidenza pari ad appena lo 0,6 per cento.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Scuola, in arrivo una nuova ordinanza: Ddi al 100 per cento per una settimana

  • Squarcio di due metri nella strada: betoniera passa, autopompa sprofonda nel vicolo

Torna su
LeccePrima è in caricamento