Buoni spesa, quasi 2mila le richieste a Lecce. Consegnati i primi 121

Circa un migliaio, invece, le richieste di assistenza nella compilazione al numero verde. A portarli a casa, la protezione civile

LECCE – Buoni spesa per i beni di prima necessità, in tre giorni sono state 1723 istanze via Whatsapp, al numero 335.1825275 e 983 le richieste di assistenza e supporto nella compilazione della domanda al numero verde 800.270850. Sono le cifre che il Comune di Lecce rende pubbliche in queste ore, annunciando anche che,  da lunedì 6 aprile, quando è stato lanciato l’avviso pubblico rivolto alle famiglie del capoluogo in difficoltà a causa degli effetti economici derivanti dall'emergenza epidemiologica da virus Covid-19, sono stati consegnati giusto oggi i primi 121 buoni spesa. Insieme ai questi, anche una lista delle attività commerciali convenzionate in cui effettuare gli acquisti.

Per evitare gli spostamenti e, quindi, garantirne la sicurezza, fra l’altro, è stata predisposta la consegna a domicilio dei buoni grazie al supporto della Protezione civile. L’elenco delle attività commerciali viene aggiornato quotidianamente ed è disponibile sul sito www.comune.lecce.it. Inoltre, tutti gli esercenti locali autorizzati alla vendita di generi alimentari e beni primari (prodotti per neonati, detersivi, ecc.) nonché le farmacie e le parafarmacie che intendono far parte di questo elenco possono esprimere la propria disponibilità inviando all’indirizzo protocollo@pec.comune.lecce.it il modulo e lo schema di convenzione pubblicati sul sito istituzionale, accompagnati da copia del documento d’identità.

“Abbiamo avviato la procedura di consegna domiciliare dei buoni spesa, indispensabili per numerose famiglie oggi in gravi difficoltà economiche a causa di questa straordinaria emergenza sanitaria”, dichiara l’assessora al Welfare, Silvia Miglietta. “Voglio ringraziare il personale del settore Welfare per la celerità con la quale sta processando le pratiche e i volontari della Protezione civile, che si stanno occupando di consegnare questi aiuti direttamente nelle case dei cittadini”. 

“Nei prossimi giorni – prosegue -, ai volontari della Protezione civile, si aggiungerà in maniera gratuita il supporto del personale di Alma Roma (istituto di vigilanza privato, ndr), che ringrazio. Siamo fiduciosi di poter consegnare un numero maggiore di buoni spesa già a partire da domani e nei prossimi giorni. Voglio ricordare – conclude Silvia Miglietta - che, in attesa dei buoni spesa, i cittadini in stato di bisogno possono continuare a rivolgersi ai volontari del Centro operativo comunale di via Giurgola dove raccogliamo tutti i beni di prima necessità donati con grande generosità da numerosi cittadini, associazioni e aziende”.

Il Comune di Lecce integrerà le risorse statali impiegate per i buoni spesa - pari a 566mila euro - con quelle che la Regione Puglia ha assegnato ai Comuni, dunque ulteriori 229mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

Torna su
LeccePrima è in caricamento